Domani Class Action contro Abbanoa a Sassari, Olmedo e Alghero

Prosegue in provincia di Sassari la mobilitazione per la class action contro i conguagli di Abbanoa. Il comitato promotore guidato da Mauro Pili, leader di Unidos, sarà Venerdì 11 maggio a Sassari, Olmedo e Alghero.

Il primo appuntamento è per le 11.00 a Corte Santa Maria dove il leader di Unidos Mauro Pili illustrerà alla stampa le ragioni della class action e nel contempo saranno distribuiti i moduli di adesione per l’azione giudiziaria collettiva contro i conguagli di Abbanoa.

Alle 16.00 è previsto l’incontro in municipio ad Olmedo con il sindaco Toni Faedda, gli amministratori comunali e i cittadini per fare il punto sull’azione di classe contro i conguagli di Abbanoa.

Alle 18.00 Mauro Pili incontrerà i cittadini di Alghero nella piazza Sulis e la via Carlo Alberto.

I benefici della class action varranno solo per chi aderirà. Ogni sardo utente di Abbanoa ha il diritto di aderire alla class action per farsi restituire i soldi o per farsi annullare la bolletta dei conguagli 2005 -2011. E’ possibile scaricare il modulo di adesione dal sito del Movimento www.unidos.io con l’indicazione delle modalità di adesione. Una mobilitazione imponente che durerà sino all’ultimo giorno utile per consegnare le adesioni in Tribunale, fissato per il 26 maggio prossimo.

Questa volta i sardi si potranno avvalere di uno strumento inedito e straordinario come la class action. E’ la prima volta, infatti, che un Tribunale sardo, quello Civile di Cagliari, ammette un’azione di classe di questa straordinaria rilevanza. L’azione giudiziaria collettiva proposta da Unidos difeso dallo studio legale Ballero rappresenta l’unica possibilità sul piano giudiziario di far restituire i soldi a chi ha già pagato e cancellare le bollette dei conguagli a chi non le avesse pagate. L’azione giudiziaria collettiva prevista dalle normative italiane non consente, infatti, di estendere la decisione a tutti gli utenti. Potranno beneficiare della decisione finali dei giudici solo ed esclusivamente coloro che avranno aderito alla class action”.



© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo