Il Distretto AeroSpaziale della Sardegna alla conferenza Mars to Earth 2018

La conferenza Mars to Earth (http://marstoearth.org/program/) in corso di svolgimento a Milano al Palazzo Lombardia focalizzerà i suoi lavori sulle applicazioni dei programmi di ricerca capaci di comportare valore aggiunto per attività sulla terra di tipo commerciale e industriale. Si ritiene che l’esplorazione del pianeta Marte genererà un positivo effetto per numerosi settori industriali sulla terra fornendo in tal modo un contributo significativo allo scenario tecnologico ed economico del pianeta in cui viviamo. La conferenza accoglierà rappresentanti del settore spaziale anche a livello industriale come pure potenziali investitori per analizzare possibilità comuni di futura cooperazione.

In questo scenario, il Distretto Aerospaziale della Sardegna (DASS) Scarl ha accolto molto favorevolmente l’invito a partecipare ai lavori della conferenza con una comunicazione dal titolo “Il contributo del DASS al paradigma Mars to Earth”. Oltre a presentare i brillanti risultati raggiunti a seguito della sua fondazione, con particolare riferimento alla capacità di attrarre, di concerto con il Governo regionale, significativi investimenti da parte di importanti attori del settore aerospaziale del calibro di Avio SpA e Airbus, la comunicazione alla conferenza ha come filo conduttore i contenuti del brevetto, di proprietà al 100 % del distretto, finalizzato a sostenere missioni umane su Marte sfruttando le risorse disponibili sul pianeta rosso quali suolo e relativi componenti come pure anidride carbonica di cui l’atmosfera marziana è quasi completamente costituita, per ottenere ossigeno, acqua, fertilizzanti, propellenti e biomassa edibile.

In particolare si rappresenterà il percorso che ha consentito di dimostrare per la prima volta, durante lo sviluppo del brevetto, che è possibile procedere con efficacia alla coltivazione di microalghe, in condizioni di completa atmosfera di anidride carbonica, sia per la produzione di ossigeno sia per il loro relativo utilizzo come alimento per gli astronauti.
Per stare sul tema della conferenza infatti, lo sviluppo di tecnologie innovative basate sull'utilizzo di microalghe può portare sulla terra all'estrazione di prodotti di varia natura da commercializzare in diversi mercati strategici quali quello nutraceutico, biomedico, cosmetico e agroalimentare. Queste tecnologie hanno inoltre importanti ricadute in campo ambientale essendo applicabili al riutilizzo di anidride carbonica da gas di scarico, alla depurazione di reflui urbani e alla produzione delle bio-plastiche.

E’ molto importante - precisa il Presidente del DASS, Giacomo Cao – che il distretto abbia l’opportunità di farsi conoscere anche al di fuori dei confini regionali sia per rappresentare come in questo caso il proprio patrimonio in termini di brevetti, già concessi in Cina, Europa, Giappone, Stati Uniti d’America e Russia e in valutazione in India, sia per mettere in evidenza le possibili ricadute in chiave terrestre delle attività scientifiche e tecnologiche svolte dai Soci nel settore dell’esplorazione marziana, rafforzando in tal modo la presenza dell’isola nella “space economy” nazionale e internazionale.



© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo