Sassari. No alla tassa di soggiorno, lo dichiara fermamente il consigliere Carta

Riportiamo la nota stampa di Giancarlo Carta, Fratelli d'Italia in consiglio comunale a Sassari, nella quale spiega le ragioni del suo No alla tassa di soggiorno

Oggi in commissione bilancio è stata presentata la pratica relativa alla tassa di soggiorno.Con l’imposizione di una ulteriore balzello, a mio parere si da un ulteriore segnale sbagliato verso il settore turistico nella nostra città. Un settore che già soffre di una cronica disorganizzazione e di mancanza di fondi per questo importantissimo settore economico.Il comune di Sassari in questi anni non ha certo brillato per programmazione e aiuto alla promozione del nostro territorio. Basterebbe ricordare come è stata mal gestita la spiaggia di Platamona, la zona dell’Argentiera, la chiusura della fontana di Rosello e di numerosi siti in totale abbandono, mi limito a questi esempi per ricordare al sindaco che prima di assoggettare i turisti a nuove tasse avrebbe dovuto dare un offerta turistica degna di questo nome.E in linea di principio utilizzare leve fiscali in questo momento storico, in cui si parla di flat tax e diminuzione della pressione fiscale, trovo che sia a dir poco anacronistico e sbagliato.Ma purtroppo è un vizio della sinistra, quando non si riesce a governare e trovare risorse si ricorre sempre con il metodo più facile, quello di mettere le mani nelle tasche dei cittadini.
Ovviamente a nome di Fratelli d’Italia ho votato contro questa proposta in commissione bilancio e lo farò anche domani in consiglio comunale
.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo