Sassari. Alivesi: "Primo avviso di sfratto per Nicola Sanna, no alla tassa di soggiorno"

Riportiamo il comunicato stampa del consigliere Alivesi, che commenta la seduta nulla del consiglio comunale dopo le spaccature createsi in merito alla tassa di soggiorno.

"E’ cosi giunto il primo avviso per il P.D. e per il Sindaco Nicola Sanna.
Durante la seduta del Consiglio Comunale del 15 maggio la maggioranza da dimostrazione di grande fragilità, o di “tiepidezza” se preferite, ed in occasione del dibattito sulla applicazione della “Tassa di Soggiorno”, proposta dall’Assessore al Bilancio Simone Campus, il P.D. da dimostrazione di non gradire le proposte della “sua” Giunta facendo mancare il numero legale necessario per la prosecuzione dei lavori consiliari.Già durante la seduta dello scorso Consiglio la Minoranza, dando dimostrazione di grande senso di responsabilità, aveva garantito il mantenimento del numero legale. In questa occasione invece abbiamo deciso di lasciare la pesante responsabilità a chi dovrebbe garantire, forte dei suoi 26 Consiglieri, il numero minimo per il funzionamento della massima Assemblea Cittadina.Si tratta senza dubbio di un gravissimo segnale importante, soprattutto in relazione al fatto che tra pochi giorni arriverà in Consiglio il Bilancio Consuntivo.Vogliamo tener presente che una mancata approvazione del Bilancio, entro i termini di legge, comporterebbe lo scioglimento del Consiglio Comunale.Una cosa è certa, cio che è accaduto in Consiglio Comunale è il segno definitivo che il P.D. e le sinistre in Città hanno definitivamente consumato il loro percorso, oramai incapaci di garantire non solo un dignitoso fine mandato, ma soprattutto che si trovano in una situazione di sbando totale.

Doveva essere il momento del senso di responsabilità dopo le ultime burrascose sedute Consiliari, dopo le reciproche offese tutte interne al P.D., soprattutto lo spettacolo indecoroso inscenato nelle scorse settimane. Invece, al contrario, la seduta odierna è stata caratterizzata da un imbarazzante “tiepidezza” e da un altrettanto imbarazzante e sonnolento “disinteresse”, quasi che i stravotati consiglieri comunali del P.D. avessere “di meglio da fare” piuttosto che garantire la loro presenza in Consiglio Comunale.Insomma grande imbarazzo e grande umiliazione per la Città, per i Sassaresi e per la dignità della bellissima ed elegante sala che ospita le sedute della massima assise cittadina.
Che sia per davvero il primo segnale di sfratto per Nicola Sanna ?"


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo