Sassari aderisce alla campagna Illuminiamo il futuro promossa da Save The Children Italia

L'UISP Comitato Territoriale di Sassari insieme al Punto Luce, allo Spazio Mamme e in collaborazione con il Comune di Sassari aderisce alla campagna Illuminiamo il futuro promossa da Save The Children Italia per contrastare la povertà educativa in Italia e sostenere i Punti Luce, spazi dove bambini e adolescenti possono seguire gratuitamente attività educative, ricreative e culturali. La campagna torna dal 14 al 20 maggio, con una settimana di mobilitazione su tutto il territorio nazionale che prevede giornate dedicate al contrasto della povertà educativa. L’Italia è un “paese vietato ai minori”, più di un bambino su 10 vive in povertà assoluta, oltre la metà non legge libri e più del 40 per cento non fa sport. Di contro un paese ricco di tantissimi spazi pubblici, che potrebbero fare la differenza ed essere utilizzati dai bambini e dai ragazzi che vivono in contesti svantaggiati per svolgere attività sportive, artistiche e culturali. Luoghi che per tanti di loro potrebbero rappresentare
un’opportunità reale per riscattarsi, uscire dalle difficoltà più forti di prima, migliorare i risultati scolastici e coltivare capacità, sogni e aspirazioni.
Sassari ne è l'esempio. In città il Punto Luce non è solo una realtà ma anche un perfetto esempio di sussidiarietà orizzontale che si realizza grazie alla collaborazione tra pubblico, privato e privato sociale. In via King nel quartiere di Latte Dolce c'è una struttura di circa 300 mq all’interno di una ex scuola dell’infanzia dove tutti i pomeriggi, dal lunedì al venerdì, tantissimi bambini e ragazzi dai 6 ai 16 anni usufruiscono gratuitamente del
servizio di sostegno scolastico e di invito alla lettura, dei laboratori musicali, teatrali e artistici e partecipano ad attività sportive.
Il progetto nasce da un accordo fra Save the Children, che finanzia il progetto, il Comune di Sassari - Assessorato Politiche educative, infanzia, giovani e sport proprietario della struttura che ne condivide azioni e finalità e il Comitato Territoriale UISP di Sassari, che ne ha la gestione e ne cura l’esecuzione secondo le linee progettuali del Settore Attività Educative, Giovanili e Sportive. Lo spazio di Via King è diventato negli anni un luogo di socializzazione, di gioco e di autonomia per i bambini ma anche di aggregazione sociale e di confronto per le famiglie e per le altre figure di riferimento che stanno intorno al bambino, di sostegno alla genitorialità
dove condividere ed elaborare risposte comuni ai problemi che interessano l'esperienza di essere genitori. Grazie alla proficua collaborazione tra Save The children e UISP Sassari sono stati attivati nel territorio anche i progetti Spazio mamme e Fiocchi in ospedale: una rete di servizi che mirano ad aumentare nelle famiglie la consapevolezza delle loro potenzialità e competenze. Giochi di movimento, tradizionali e di squadra, attività ludiche per imparare l’importanza del rispetto per l’ambiente ma anche musica, suoni e balli saranno al centro degli eventi promossi questa settimana dall'UISP di Sassari che insieme al Punto Luce, allo Spazio Mamme e il Comune di Sassari vuole unirsi alla campagna promossa da Save The Children per mobilitare istituzioni, enti, associazioni e media e tenere accesa una lampadina sulla povertà educativa."Gioco, curo l'orto e mi diverto" è il titolo dell'evento organizzato nel Punto Luce di Via King dallo Spazio Mamme di Sassari che coinvolgerà giovedì 17 e venerdì 18 maggio dalle 10:00 alle 12:00 circa 150 bambini delle scuole dell'infanzia di Via Gessi e via Baratz. Sempre venerdì mattina dalle 10:00 Piazza Dettori sarà invasa dai bambini dell'Istituto Comprensivo Latte Dolce Agro e i ragazzi dell'IPSAR di Sassari che parteciperanno a tantissime attività sportive e culturali organizzate dallo staff del Punto Luce in collaborazione con l'UISP. Tra strumenti e passi di danza i ragazzi del Punto luce che frequentano il laboratorio musicale si esibiranno dalle 20:00 in Via Torre Tonda. A seguire il concerto dei Barrio Sud.



© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo