Questa sera a Sassari è di scena l'appassionante storia di uno dei cognac più famosi al mondo

Stasera, alle ore 18 la sala Angioy del Palazzo della Provincia di Sassari ospita la presentazione del romanzo di Yolaine Destremau La casa di Cognac.
Tra realtà storica e invenzione, il libro rievoca la saga di una delle più prestigiose famiglie produttrici del distillato che ha legato indissolubilmente il proprio nome a quello del piccolo centro di Cognac, vicino alla costa atlantica della Francia; dove alla metà del XVIII secolo era approdato dall'Irlanda Richard Shaughnessy e aveva fatto la prima conoscenza con quell'acqua di vita di cui la sua discendenza - resuscitata otto volte per otto generazioni nonostante guerre, scandali, concorrenza - sarebbe divenuta nel corso di due secoli un marchio dei più conosciuti al mondo.
Dialogano con l'Autrice Paolo Cau e Pasquale Porcu.


L'autrice. Yolaine Destremau, dopo un’infanzia nomade tra l’Africa del Sud, l’Argentina e le estati in famiglia a Cognac, oggi divide la sua esistenza fra Parigi e l'Italia. Per una decina d’anni è stata pittrice, poi si è dedicata interamente alla scrittura. Autrice di sette romanzi, tradotti in diverse lingue, con Barta edizioni ha pubblicato Le ribellioni (2015), prima opera tradotta in italiano.


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo