Porto Torres. Progetto di Educazione alla Legalita’nelle scuole primarie

Nell’ambito del progetto educazione alla legalità intrapreso dalla Polizia di Stato, il 23 maggio si sono conclusi gli appuntamenti tra le scolaresche e gli esperti della Questura di Sassari nel corso dei quali, sono state  affrontare tematiche sempre più attuali come bullismo, cyberbullismo e uso consapevole di Internet.
L’appuntamento, che cade in questa giornata particolare dedicata alla memoria delle vittime della strage di Capaci, è servito per ricordare le figure dei giudici Falcone e Borsellino, prima bambini, poi magistrati e uomini che hanno compiuto fino in fondo il loro dovere in nome della libertà, della legalità e della democrazia. Durante l’incontro, svoltosi presso l’Istituto Comprensivo n. 1 di Porto Torres e tenuto da personale specializzato dell’Ufficio Minori della Divisione Polizia Anticrimine della Questura di Sassari, sono state ricordati anche gli agenti di Polizia, che  scortavano i due magistrati.

Nella circostanza è stato proiettato un video nel quale si è dato risalto a chi ha perso la vita per difendere i valori fondanti dello Stato e della comunità.
Il suo messaggio è rivolto alle istituzioni e alla cittadinanza, primi tra tutti i bambini, affinché sia conservata la memoria e tutelati gli ideali di coloro che hanno lottato e lottano ancora oggi contro ogni forme di mafia, illegalità e prevaricazione. Gli alunni delle classi quinte, della scuola elementare dell’Istituto Comprensivo n. 1 di Porto Torres, dopo aver piantato un ulivo accanto a una lapide dedicata agli agenti della scorta, hanno letto alcuni  pensieri dedicati ai due magistrati.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo