Sassari. Accordo Ats-Aspal per assunzione lavoratori categorie protette

L’Agenzia sarda per le politiche attive del lavoro (ASPAL) e l’Azienda per la tutela della salute (ATS) hanno stipulato una convenzione per il programma biennale di acquisizione, su tutto il territorio regionale, di unità di lavoratori appartenenti alle categorie tutelate dalla legge n.68/99.
La convenzione durerà 24 mesi e la copertura dei posti di lavoro sarà garantita anche mediante nuove assunzioni, che seguiranno una ricognizione del personale già in servizio presso l’ATS che possa essere computato fra le categorie protette e il riequilibrio territoriale delle eventuali scoperture di unità di categorie protette rispetto alle percentuali di cui alla normativa vigente.
Per una parte del personale di nuova assunzione, in seguito al monitoraggio da parte dei due enti, l’ASPAL curerà il servizio di avviamento a selezione.

“Sono davvero molto soddisfatto di questo accordo che - dichiara Fulvio Moirano Direttore Generale di ATS Sardegna - rappresenta per l’Azienda una preziosa possibilità di accresce conoscenze e competenze. Mi preme sottolineare che questa convenzione si innesta all'interno di un percorso di implementazione di personale che porterà, entro la fine dell'anno, all'assunzione in ATS di circa 1.200 nuove figure”.
“Questa iniziativa si inserisce nelle attività di promozione e sviluppo verso una piena attuazione della legge 68 del 1999, per l’inserimento mirato dei lavoratori e delle lavoratrici disabili e delle categorie protette in tutti i settori produttivi e in particolare nella pubblica amministrazione”, commenta il direttore generale dell’Aspal, Massimo Temussi.


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo