Sassari. "La Bella e la bestia", lo spettacolo al civico da non perdere

Giovedì e venerdì al Civico di Sassari, la rassegna  di “Primavera a Teatro” 2018 si conclude con due “Prime nazionali assolute”, due speciali produzioni della compagnia Danza Estemporada di Sassari. Il Oggi (7 giugno) alle 20.30 va in scena “La bella e la bestia”, un divertente spettacolo dedicato ai più piccoli, ispirato all’omonima fiaba disneyana; l’8 giugno alle 21 arriva “New generation”, un evento molto atteso, che rappresenta l’esame finale di composizione per le ragazze della Scuola triennale di coreografia diretta da Livia Lepri.

“La bella e la bestia” è la storia di un principe dall'aspetto 'bestiale' imprigionato nel suo castello, che incontra una fanciulla in un luogo incantato, il villaggio francese di Belle. Insieme, pur imprigionati in un sortilegio, i due protagonisti amano leggere e parlare di letteratura. Nell’atto di curare il principe ferito, la coraggiosa e compassionevole Belle riuscirà a riportarlo lentamente in vita e a spingerlo a diventare una persona migliore.

“New generation” è invece un’opera che vede protagoniste alcune giovani emergenti: Noemi Ravot, Marta Bullitta, Giulia Casu ed Elena Masia. Lo spettacolo rappresenta l’esame finale del percorso di formazione della Scuola triennale di coreografia Estemporada. «L’idea è nata tra il 2014 e il 2015 dall’esigenza di formare coreografi in un panorama ricchissimo di danzatori, ma dove non sempre abbondano i professionisti della composizione», ha spiegato Livia Lepri, che a suo tempo ha avuto l’opportunità di formarsi lavorando a Roma con  grandi nomi come Mauro Bigonzetti, Carolin Karson, Susan Link e Davide Bombana. «Noi abbiamo raccolto la sfida – ha affermato – sarà certamente un bello spettacolo».

Nella scuola sassarese, oltre alle tecniche di composizione, i ragazzi studiano anatomia con Nadia Coni, scenotecnica con Valeria Bella, musica con Vittorio Vargiu e storia della danza con Stefania Fusco. In questi tre anni hanno fatto laboratori e incontrato almeno una decina di artisti nazionali e internazionali, per scambiare idee e approfondimenti sul concetto di composizione.

Il percorso è stato altamente selettivo: dei quindici partecipanti iniziali sono arrivati alla fine del percorso solo in quattro, e sono tutte donne. Le produzioni che Estemporada porterà in scena nei prossimi giorni hanno il sostegno del Mibact, dell’assessorato alla Cultura del Comune di Sassari e della Fondazione di Sardegna.



© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo