"Cinema in centro", il set di un film nelle vetrine dei negozi

Il Comune di Sassari insieme alla Camera di Commercio di Sassari-nord Sardegna e Il Cityplex Moderno, la Confcommercio nord Sardegna e l'Università degli Studi di Sassari lanciano "Cinema in Centro", un'iniziativa rivolta ai commercianti del centro sassarese che attraverso la loro fantasia potranno ricreare all'interno delle proprie vetrine un set cinematografico.
"Cinema in Centro" nasce con l'idea di contribuire alla rivitalizzazione del centro città creando sinergie tra il territorio: gli esercenti ed i cittadini che saranno parte attiva e centrale dell'iniziativa alla quale potranno prendere parte i commercianti entro e non oltre domani 8 giugno.
I commercianti che aderiranno alla manifestazione, allestiranno le proprie vetrine -dal 15 al 30 giugno- ispirandosi ad un film a scelta ed utilizzando principalmente i materiali e le merci proposte dal negozio, dando così libero sfogo alla propria creatività.

Saranno i cittadini a votare la vetrina più bella attraverso la compilazione di un voucher che troveranno al Cityplex Moderno e all'interno delle attività aderenti. Un voucher avrà una duplice valenza: da un lato sarà utilizzato per esprimere la propria preferenza, dall'altro sarà valido come buono sconto. Questa tipologia di votazione è stata preferita a quella “online” in modo da favorire le presenze al centro della città.Per le migliori vetrine uno spot promozionale della propria attività e relativa programmazione al Cityplex moderno prima della proiezione dei film. Sarà inoltre prevista una sezione intitolata alla memoria di Lucio Nali: la migliore vetrina sarà scelta dalla giuria presieduta dal regista sassarese Antonello Grimaldi. La serata conclusiva si terrà al Cityplex Moderno il 7 luglio, dove si conosceranno le vetrine più belle e sarà proiettato il film che ha ispirato il miglior allestimento.

Le adesioni potranno essere inviate via mail al seguente indirizzo: eventi.cityplexmoderno@gmail.com o consegnate a mano presso il Cityplex Moderno.


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo