Concerto della Corale “Luigi Canepa” in onore dell'Arcivescovo di Sassari

La Corale “Luigi Canepa”, la storica formazione musicale sassarese si appresta ad eseguire, la Messa n.5 D679 in La bemolle maggiore, penultima creazione tra le messe del grande compositore austriaco.
La messa n° 5 fu composta nel 1819 e richiese ben tre anni di lavoro: il compositore sperava che questa composizione fruttasse un incarico come Maestro di Cappella alle dipendenze dell’Imperatore, cosa che non avvenne, anzi con molta probabilità, l’opera non venne eseguita con l’autore in vita e per la pubblicazione si dovette attendere fino al 1875.  La Corale, prossima nei suoi 130 anni di ininterrotta attività musicale, si è posta l’obiettivo lungimirante di guardare avanti, con uno sguardo al passato ma con la mente proiettata nel futuro, con l’unico vero intento di tenere vivo nella memoria collettiva il nome dell’immortale Maestro Luigi Canepa.
Non a caso è stato scelto il mese di giugno per questa esecuzione: ricorre infatti in questo mese un felice anniversario per tutta la Città e l’Arcidiocesi di Sassari: la nomina di Mons. Gian Franco Saba a Vescovo Elettore di Sassari, avvenuta il 27 giugno 2017, per mano del Santo Padre Papa Francesco.

Ed è con immensa gioia che la Corale ha voluto dedicare a Sua Eccellenza questo concerto, frutto di un lungo ed intenso lavoro che, non senza difficoltà, ha visto impegnati in questi mesi il Direttore e Maestro del coro Luca Sirigu, i Coristi, i Solisti, e l’Orchestra Enarmonia, dentro un grande disegno culturale quale auspicio per una serena e proficua attività tra tutti i soggetti coinvolti.

Le parti soliste sono tutte affidate a giovani artisti sardi: Maria Ladu soprano, Lara Rotili contralto, Marco Puggioni tenore, Francesco Solinas basso.

Il Concerto s’inserisce tra le attività artistiche programmate dall’Associazione, sotto il patrocinio del Comune di Sassari e grazie al finanziamento dell’Assessorato Regionale alla cultura, pubblica istruzione, informazione, spettacolo e sport della Regione Sardegna.



© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo