L’Università degli Studi di Sassari promuove la formazione continua degli Assistenti Sociali

L’Università degli Studi di Sassari promuove la formazione continua degli Assistenti Sociali, a partire da un incontro organizzato per sabato 23 giugno dalle  9.00 fino alle 18.00 nell’aula Lessing del Dipartimento di Scienze Umanistiche e Sociali. Il professor Alessandro Sicora, presidente della Società Italiana di Servizio sociale e docente di Servizio Sociale all’Università della Calabria e la Ca’ Foscari di Venezia, parlerà di azioni di autoanalisi, pratica riflessiva, errore professionale e destrutturazione dell’aggressività. Sarà il primo evento di una lunga serie di iniziative promosse dal corso in Servizio Sociale dell’Università di Sassari in accordo con l’Ordine degli Assistenti Sociali della Sardegna, con il contributo della Regione Sardegna.

Con il progetto Promozione della qualità nell'ambito dei servizi alla persona, per migliorare il profilo professionale degli assistenti sociali e la loro formazione teorico-pratica di base e continua, la professoressa Maria Lucia Piga, presidente del Corso di Laurea in Servizio Sociale intende contribuire al miglioramento della formazione di base e del livello qualitativo dei corsi di studio in Servizio sociale (L39 e LM87).

Dopo la prima giornata formativa, ci saranno altri tre eventi a Nuoro, Oristano e Cagliari, secondo il seguente calendario: Nuoro, 13 luglio: Il mandato professionale in epoca di managerialismo (Marilena Dellavalle, Università di Torino);  Oristano 12 ottobre, il tema sono decisioni degli Assistenti Sociali con un focus speciale sulle vittime di violenza intrafamiliare (Teresa Bertotti, Università di Milano Bicocca, e Ignazia Bartholini, Università di Palermo); Cagliari 10 novembre, il ruolo dell’Assistente Sociale nel mondo in evoluzione (Gianmario Gazzi, Presidente del Consiglio Nazionale Ordine Assistenti Sociali).


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo