Compasso D'oro. Il premio mondiale di design premia la Sardegna: cinque nomination e tre premi

La giuria di ADI Associazione Design Industriale ha assegnato a Geolana Ortolana, delle filiere sarde Edizero, la menzione d'Onore del Compasso d'Oro 2018. Un premio ambitissimo, del settore quello più importante al mondo, quello che ti cambia la vita e che ti lascia un segno indelebile nella tua carriera. Il Compasso d'oro, il più antico e importante riconoscimento di design del mondo ideato da Gió Ponti più di mezzo secolo fa, regala alla Sardegna un sogno:  cinque nomination e tre premi. Con il World Industrial Design Day la giuria di ADI Associazione Design Industriale, ha assegnato a Geolana Ortolana, delle filiere sarde Edizero, la menzione d'Onore del Compasso d'Oro 2018 e il premio per il miglior prodotto di innovazione del design. I biotessili di lana e sughero sono rinnovabili al 100%, prodotti in Sardegna dunque a chilometro zero e hanno funzioni specifiche per bonifiche di terra e mare. La Menzione d'Onore del Compasso d'Oro 2018 è stata assegnata anche all'architetto nuorese Flavio Manzoni per la Ferrari J50, prodotta in soli dieci esemplari. Tutto merito del Dipartimento di Architettura dell'Università di Sassari insieme all'Università di Cagliari e la Regione il progetto di identità visiva e comunicativa con il brand Sardegna/Expo 2015, in nomination per la categoria Design Comunicazione del Premio. Nella categoria materiali e tecnologie in lizza ancora le filiere. Edizero con le pitture fossil free Editerra, Edilatte e Terramia, industria 4.0 dell'edilizia con le ecomalte per realizzare rivestimenti di pavimenti e pareti. Tra gli ingredienti usati ci sono anche trebbie e vinacce trasformati in arredi in collaborazione con birra Ichnusa e vini Argiolas.


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo