Alghero, riqualificazione area centro storico su cui si affaccia la Chiesa di San Michele

L'intera area del centro storico di Alghero su cui si affaccia la Chiesa di San Michele, patrono della città, sarà oggetto di riqualificazione da parte dell'Amministrazione comunale e riconsegnata, libera dalle occupazioni di suolo pubblico, alla fruizione di residenti (soprattutto bambini ed anziani) e turisti. Si è partiti con l'ampliamento della zona pedonale e la ricollocazione dei parcheggi riservati ai residenti in zone adiacenti al centro, cui seguirà l'intervento complessivo che includerà il completamento delle pavimentazioni e nuovi arredi urbani. Tutti lavori programmati di concerto tra i competenti settori Opere pubbliche e Demanio e già previsti dal servizio finanziario che ha individuato le risorse nel bilancio del 2018. Come richiesto da numerosi anni da molti residenti e commercianti, la Piazza Ginnasio sarà completamente riqualificata: conclusa la seconda conferenza di servizi alla quale hanno partecipato i competenti uffici della Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio, oltre a tutti gli enti coinvolti, il progetto esecutivo sarà deliberato dalla Giunta comunale nei prossimi giorni. Seguirà la procedura negoziata con l'individuazione dell'impresa e la firma del contratto con l'avvio dei lavori dopo il mese di agosto. Cinquanta giorni, da capitolato, la durata dell'intervento di riqualificazione che comprende nuove pavimentazioni, più appropriate all'importanza e alla destinazione del sito. Sarà realizzato in conci di basalto sardo con lastricati di trachite al bordo e l'inserimento di alcune aiuole con alberi di leccio a medio fusto. Lo spazio delimitato dalla via Maiorca e dal corso Carlo Alberto, la via principale della città vecchia, che già in passato aveva rivestito una centralità e importanza considerevole, se si pensa che, prima del completamento del duomo di Santa Maria, era la chiesa di San Michele a svolgere le funzioni di Cattedrale, sarà così finalmente valorizzato con la realizzazione di una vera e propria piazza.





© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo