Sassari Latte Dolce calcio, Paolo Palmas riconfermato punta di diamante biancoceleste

Il reparto avanzato del Sassari calcio Latte Dolce, per la terza stagione consecutiva, potrà contare sul giovane e dirompente estro di Paolo Palmas, attaccante castellanese che è uno dei giocatori simbolo del nuovo corso della società biancoceleste, sbarcato due stagioni or sono in via Cilea e diventato, ad oggi, uno dei veterani della rosa affidata in vista del 2018-'19 a mister Stefano Udassi, che ben conosce il gioiellino di Castelsardo.
Attaccante classe 1993, nelle due stagioni con la maglia del Sassari calcio Latte Dolce Paolo Palmas si è messo in mostra per la sua propensione al gol, per la falcata e la sua voglia di superare in velocità ogni ostacolo. Prezioso il suo apporto al team anche in fase di manovra, importante il suo processo di maturazione e crescita, positivo il suo inserimento nel gruppo e nella realtà biancoceleste: per il terzo campionato consecutivo all'ombra della serie D, Paolo Palmas è carico è pronto alla sfida.Al giocatore va l'abbraccio della società di via Cilea e un forte in bocca al lupo in vista della prossima stagione agonistica da parte della dirigenza, dello staff tecnico e operativo, dei tesserati e dell'intera tifoseria biancoceleste. Di seguito un suo virgolettato:

«Per me questa è la terza stagione con la maglia del Sassari calcio Latte Dolce, ormai a Sassari sto bene e sono felice di vestire per un altro anno questi colori: ho un rapporto speciale con questa società, mi sento come se fossi a casa mia. Quest'anno, fra l'altro, ritrovo un allenatore che stimo tantissimo e che per la mia carriera fin ora è stato fondamentale: Stefano Udassi. Sono sicuro che anche in questa occasione mi aiuterà a crescere ancora di più, a migliorare ulteriormente. Che squadra sarà quella 2018-2019? Non so ancora chi saranno alcuni dei nuovi compagni, mentre sono felice di ritrovare tant5i dei protagonisti delle scorse annate. Sicuramente sarà una squadra competitiva, una squadra che lotterà per fare del suo meglio. Personalmente mi aspetto una grande annata, a livello personale e di collettivo. Sono fiducioso e pronto a iniziare questa nuova avventura. Non vedo l'ora di riprendere a giocare».


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo