Stagione nautica 2018, il 77% preferisce l'Italia

Gli italiani questa estate non lasceranno il loro paese. O meglio, ci gireranno attorno, in barca. Un’analisi condotta da Marinanow sul proprio bacino di utenza svela che la meta più ambita per questa stagione 2018, sia tra i diportisti italiani che stranieri, sarà proprio lo stivale. Il 78% di coloro che hanno effettuato la prenotazione di una barca e il 76% di coloro che hanno effettuato la prenotazione di un posto barca per questa estate sceglieranno infatti l’Italia per le proprie vacanze.
“Il dato non stupisce: il nostro paese, con le sue coste e le sue isole più famose, dalla Sardegna alla Sicilia, è sempre stato tra le destinazioni più gettonate tra gli appassionati del mare e delle imbarcazioni - ha commentato Alessandro Sestini, CEO di Marinanow - Quest’anno però riscontriamo una decisa preferenza per l’Italia a fronte di una altrettanto massiccia presenza di prenotazioni da parte di diportisti italiani. Abbiamo lavorato duramente tutto l’inverno con i partner e le marine per disporre di una offerta competitiva e ci auguriamo che possa essere per tutti una grande stagione”.
 
Secondo i dati, chi possiede una barca (e quindi ha prenotato un posto barca) sceglierà come meta anche Francia (8%), Croazia (5%), Grecia (3%), Spagna (3%), Malta e Montenegro (entrambe 1%) oltre ad altre destinazioni. A partire saranno sia i possessori di barche a motore (45%) che di barche a vela (42%), proprietari di RIB (8%), catamarani (3%), motoryacht (1%) e altre imbarcazioni. Nel 70% dei casi la vacanza durerà fino a una settimana, nel 18% si estenderà fino a 2 settimane, il 4% potrà permettersi fino a un mese e l’8% starà via addirittura un anno intero. La maggior parte delle imbarcazioni (39%) ha una lunghezza compresa compresa tra i 10 e i 20 metri, il 24% non supera i 10 metri mentre il 13% viaggerà su barche tra i 20 ai 36 metri (il restante 24% non lo ha dichiarato).

Chi ha prenotato una barca, invece, oltre all’Italia ha scelto come meta anche Croazia (10%), Grecia (8%), Portogallo (2%) e Turchia (2%) a bordo di barche a motore nel 41% dei casi e di barche a vela nel 24%. Altre imbarcazioni saranno i RIB (14%), catamarani (8%), motoryacht (3%) e altre tipologie. La durata della vacanza seguirà più o meno il trend registrato tra i possessori di barca: nel 76% dei casi la vacanza durerà fino a una settimana mentre per il 20,5% proseguirà per 2 settimane e per un fortunato 3,5% toccherà il picco di un mese. Nel 58% dei casi si tratterà di una imbarcazione tra i 10 e i 20 metri di lunghezza, il 31% non supererà i 10 mentre l’11% si ritroverà a dirigere barche tra i 20 e i 30 metri.

Ancora predominante la presenza maschile tra coloro che effettuano prenotazioni di barche e posti barca su piattaforme digitali: solo il 27% di coloro che hanno prenotato una barca per questa stagione è donna e la percentuale scende addirittura al 9% tra coloro che hanno prenotato un posto barca."Un segnale, questo, che dimostra come il settore abbia ancora grandi passi in avanti da fare in termini di digitalizzazione - ha concluso Alessandro Sestini - Come Marinanow continuiamo a portare avanti  i nostri progetti in questo ambito e ci auguriamo presto di avere grandi novità”.

Oltre a consentire il noleggio di barche e posti barca tra oltre 1.300 porti turistici e più di 10.000 barche a motore e a vela, Marinanow offre infatti anche una serie di servizi B2B a marine, compagnie charter, agenzie e servizi Concierge, come Marinanow Manager, il software per la gestione online delle prenotazioni, messaggistica, pagamenti e fatturazione e Marina Agent, la soluzione software che consente di prenotare in piattaforma barche ed escursioni per i propri clienti.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo