Giacomo Demartis torna alla Torres

Quasi 400 presenze, tra C1, C2 e serie D, e oltre 80 gol, tra esperienze nelle squadre sarde e della penisola, dove sono stati tanti i successi e le promozioni. Una carriera lunga e costellata di prestazioni importanti e ora un ritorno per riallacciare la storia d’amore interrotta bruscamente due anni fa.
Il centrocampista Giacomo Demartis (Sassari, 27/02/1984) firma con la Torres per prendere le redini del centrocampo della squadra di mister Tortora: «Sono davvero felice – le parole del neo rossoblù-  da qui riparto anche io come giocatore perché le emozioni vissute nella mia unica esperienza con la Torres sono state impagabili. Sono pronto a mettermi in discussione di nuovo con la maglia che volevo».
Qualità, sostanza, piedi vellutati, tecnica e visione di gioco, Demartis è un giocatore che vanta tante esperienze vissute sui campi di tutta Italia; reduce da un diploma appena conquistato, e dopo una stagione in serie D giocata a Sassari con la maglia del Latte Dolce, ha seguito il percorso dei rossoblù nella trionfale cavalcata playoff: «Tanti giocatori li conosco personalmente – osserva – altri li ho visti sul campo perché ho seguito con attenzione il cammino della Torres da spettatore e tifoso. E’ stato entusiasmante e sono contento di far parte di un gruppo che ha dimostrato davvero grandi valori per riuscire a conquistare un risultato sportivo così importante e sofferto»
Un rientro alla Torres che nasce da una serie di incontri con il presidente e il tecnico Tortora. Un modo diretto di gestire i rapporti con i giocatori, così come si è voluto portare avanti in tutto il mercato rossoblù, che non lascia spazio a fraintendimenti: «Non li conoscevo e devo dire che la loro telefonata mi ha fatto subito molto piacere. Poi in questi giorni ci siamo parlati molto francamente – osserva Demartis – chiacchierate che sono andate molto al di là degli aspetti formali. Ci siamo intesi subito su tutto perché abbiamo lo stesso comune interesse, che è l’amore per questi colori. Ho visto che c’è molta chiarezza in questo progetto e personalmente ho come la sensazione di aver lasciato un conto in sospeso con questa piazza e non vedo l’ora di cominciare».

CARRIERA: Cresciuto nel Cagliari, Demartis nel 2004-05 milita in C1 con il Martina Franca (11 presenze) e poi a Belluno in serie C2 (10 presenze). Torna in Sardegna per vestire le maglie della Villacidrese (26 presenze e 6 gol) e del Tempio (31 presenze e 13 gol) e con i galletti vince il campionato di serie D. Nella stagione successiva ripete l’exploit con la maglia del Como nel 2007/2008 (30 presenze e 5 gol).
Torna in Sardegna nel 2008 con la maglia dell’Arzachena (23 presenze e 6 gol) e poi il salto nuovamente nei professionisti con l'Alghero (32 presenze e 5 gol). Nei due anni successivi ancora serie D tra Tavolara (10 presenze e 2 gol) e Arzachena (7 gol in 19 partite).
Nei quattro anni successivi dal 2011 al 2015, veste la maglia del Savona in C2, con una vittoria del campionato nel 2012/2013 che lo porta in C1 per altre due stagioni.
Due anni fa il rientro in Sardegna alla Torres con una stagione brillante (29 presenze e 11 gol) fino alla finale playoff persa con l'Olbia. Nel 2016 è in D a Grosseto, dove mette a segno 7 gol in 11 partite, prima dei problemi economici della società toscana e l’approdo a Rieti, a metà stagione, con la conquista della finale playoff. L’anno scorso ha vestito la maglia del Latte Dolce, conquistando la salvezza con 25 presenze in totale e 2 gol.

 
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo