Ploaghe, il maestro Giulio Menossi dona al comune due opere legate ai candelieri

Mentre si stanno portando avanti i preparativi per il terzo “Simposio Internazionale del Mosaico”, che verrà organizzato come gli anni precedenti all’interno del convento seicentesco di Sant’Antonio da Padova il prossimo agosto, il maestro Giulio Menossi ha ufficializzato la donazione al Comune di Ploaghe delle due sue opere legate ai candelieri. Menossi è l’ideatore nonché il direttore artistico del simposio di Ploaghe, organizzato assieme all’associazione locale Sardinya Contemporary Mosaic & art che con passione e impegno ogni anno mette in moto un evento unico. Le due opere donate al comune, come detto, rappresentano i due candelieri e sono denominati: Il “Candeliere della Terra”, realizzato durante il simposio del 2016, il cui valore stimato è di 5.000 euro, e il “Candeliere del Cielo”, realizzato lo scorso anno e il cui valore è pari a 7.000 euro. Due opere stupende, molto ammirate peraltro in queste settimane in quanto risultano esposte, insieme alle altre opere create nei simposi precedenti e ad altre opere messe a disposizione direttamente dalla Biennale di Ravenna, nella chiesa di Santa Croce in piazza San Pietro fino al mese di settembre. “E’ per noi un onore collaborare alla creazione di un evento di tale portata”, ha dichiarato il sindaco di Ploaghe Carlo Sotgiu, “siamo ovviamente molto grati al maestro Menossi, fra i più bravi mosaicisti al mondo, per il dono che ha fatto alla nostra comunità. Siamo altresì convinti che l’edizione di quest’anno, che ha come tema: “percorsi, orditi e trame” del simposio sarà ancora una volta suggestiva e stimolante”.


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo