Spaccia dosi di marijuana ad un minorenne. Arrestato dai finanzieri sassaresi

Non si ferma l’azione di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti che
vede impegnati i militari del Comando Provinciale di Sassari, soprattutto
adesso che le scuole sono chiuse e tanti adolescenti passano parte della
giornata a godersi le vacanze estive. I Baschi Verdi in servizio presso la locale Compagnia della Guardia di Finanza, la scorsa settimana, hanno notato un giovane sedicenne nell’atto di acquistare una dose di marijuana; il giovane consumatore si è rivolto allo spacciatore di turno che, incurante tra l’altro della palese minore età del ragazzo, ha estratto la bustina dall’interno di un piccolo borsello e l’ha consegnata al ragazzo.
Ovviamente non si è accorto minimamente dei militari che lo stavano
osservando, anche quando si è premunito di nascondere il borsellino,
probabilmente con all’interno le altre dosi, sotto la panchina su cui era
seduto. Restava solo da incassare il prezzo pattuito e riprendere le vendite, ma prima ancora che potesse stringere le banconote in mano, i finanzieri hanno stretto le manette ai suoi polsi; come ipotizzato poi, anche il borsello che era stato nascosto sotto la panchina, una volta recuperato, era pieno di altre dosi di marijuana pronte per la vendita. A nulla sono valse le rimostranze del ventiquattrenne sassarese, con precedenti specifici, riguardo la proprietà del borsello o comunque in relazione al suo esiguo contenuto di sole 10 dosi; non capiva che, oltre all’attività di spaccio già punita di per sé con l’arresto, vi era l’aggravante di aver ceduto sostanze stupefacenti ad un ragazzino di appena 16 anni. Ed è stata questa la circostanza che gli ha aperto le porte del carcere di Bancali, dove è stato accompagnato in seguito alle disposizioni del PM di turno.



© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo