La Commissione regionale consiliare incontra a Sassari i vertici della Camera di Commercio

Regione e Sistema camerale seduti allo stesso tavolo, anche perché i problemi aldilà delle prospettive di visione restano in sostanza gli stessi e il confronto, ma soprattutto la volontà comune di intervenire in maniera proficua a beneficio delle imprese, può delineare strategie efficaci in questo momento tutt'altro che semplice.

E' stata recentemente istituita la Commissione regionale consiliare speciale sulla grave situazione delle imprese attive nell’artigianato, nel commercio al dettaglio e sulle politiche del lavoro della grande distribuzione che ha Sassari ha incontrato i vertici della Camera di Commercio del nord Sardegna. Un incontro nel quale sono state illustrate l’attività e le finalità della Commissione e al tempo stesso sono state recepite le istanze del comparto dell’artigianato e del commercio e che contribuiranno a costruire il testo della proposta di legge in materia che la Commissione è stata incaricata di redigere.

"Il confronto è importante - ha esordito il presidente dell'ente camerale, Sini - ma lo è ancora di più la volontà di ascoltare e raccogliere le singole istanze territoriali e trasformarle in norme e provvedimenti che possano sostenere le nostre imprese. Tutti i comparti economici meritano attenzione e la costituzione di una commissione speciale regionale è un dato di fatto sicuramente rilevante solo se però sarà uno strumento agile per costruire risposte utili e veloci poiché ormai non è più tempo di azioni deboli e a corta gittata".
Ed ha aggiunto: "Il tessuto della microimpresa dei servizi è diventato troppo fragile in attesa di provvedimenti che potessero aiutarlo a superare gli ostacoli atavici allo sviluppo e di nuove politiche che potessero rendere modernamente competitivo. Tutto il nostro supporto istituzionale e delle associazioni è al servizio della Commissione ma solo per costruire, anche se in emergenza, provvedimenti dei quali si possa percepire a stretto giro risultati concreti"

I temi trattati, tanti e tutti di stretta attualità: dalla mancanza di norme e controlli sulla concorrenza nel settore del commercio e del turismo, passando per i trasporti e le infrastrutture, fino alla spinta che numerosi settori attendono sotto il profilo della promozione e della valorizzazione. Per un sistema economico che può e deve ragionare da sistema, non per filiere distinte o ambiti territoriali seppur ognuno con le proprie specificità.

Istanze raccolte dal presidente della Commissione, Roberto Deriu, che ha ribadito la volontà della commissione di agire per:" Il superamento della crisi e la crescita della nostra economia. Solo le realtà territoriali possono tracciare lo stato dell'arte del loro contesto definendone le priorità ed anche individuando le eventuali soluzioni da proporre. Perché la visione strategica della commissione è quella di raccogliere tutte le informazioni possibili, delineare un quadro più completo per poter agire efficacemente".



© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo