Spettacolo di tamburi giapponesi al monastero San Pietro di Sorres

Il maestoso e suggestivo monastero benedettino di San Pietro di Sorres, nel territorio di Borutta,  piccolo borgo in provincia di Sassari, farà da sfondo allo spettacolo di tamburi giapponesi Taiko no koe - la voce del tamburo -.
La serata, in programma mercoledì 18 luglio, è promossa dall'Associzione culturale Norma Teatro in collaborazione con il comune del Meilogu.

Trasmettere l'energia del tamburo giapponese (taiko) e ricevere emozioni, facendo vibrare l’anima di chi ascolta, è l'intento dell'esibizione del gruppo TAIKO TRIO composto da Rita Superbi, già fondatrice del gruppo Taiko Do (primo gruppo italiano di tamburi giapponesi), da Catia Castagna, attrice e percussionista, e da Marilena Bisceglia, percussionista e aikidoka.
Le tre artiste metteranno in scena, per la prima volta nel nord Sardegna, uno spettacolo all'insegna dell'eleganza e della potenza dei movimenti. Senza la pretesa di “essere giapponesi” ma utilizzando la tecnica del taiko contaminata dalle precedenti esperienze artistiche delle due percussioniste, il trio darà vita a un'esibizione tutta al femminile che lascerà spazio anche a giocose improvvisazioni musicali.
A completare la serata sarà l'attrice romana, ormai residente in Sardegna, Federica Seddaiu, fondatrice, insieme con Cinzia Loriga, di Norma Teatro.
Durante il suo intermezzo letterario reciterà alcune poesia di autori locali, tra cui una scritta da Pierpaolo Fadda, giornalista e direttore della rivista Antas, recentemente scomparso.

L'inizio dello spettacolo è previsto per le 20.30 mentre il contributo associativo per l'ingresso è di 10 euro (gratis per i bambini sino ai 10 anni di età).



Per ulteriori informazioni contattare il numero 347 1210256 o scrivere all’indirizzo di posta elettronica teatronorma@gmail.com

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo