Fsi, Campus: " Gravi lacune nel personale amministrativo dell’AOU di Sassari"

"Ritardi nell'erogazione delle produttività":L'intervento del sindacato a mezzo stampa nel quale si parla senza mezzi termini di "gravi lacune nel personale amministrativo":

Nella AOU di Sassari oltre alla precaria situazione dovuta alla carenza di personale infermieristico e OSS per la quale si è dovuto ricorrere alle agenzie interinali per sopperire e reperire velocemente le unità assenti, vi è una grave lacuna di personale amministrativo a causa della quale i dipendenti del S.S. Annunziata aspettano da tre anni la produttività e le fasce retribuitive” dichiara amareggiata e combattiva Mariangela Campus, segretaria territoriale dell’FSI-USAE.La FSI USAE ha sollecitato più volte con note scritte l'azienda affinché provvedesse a risanare questa instabile situazione.
Il 6 marzo il Direttore Generale della AOU SS ha convocato le ultime 6 posizioni rimaste dalla graduatoria per amministrativi categoria C e 13 posizioni per la categoria D, tutto personale in posizione utile per essere stabilizzato e permettere lo scorrimento della graduatoria. Ha chiesto loro la disponibilità immediata poiché l'azienda aveva e ha necessità di far funzionare al meglio il proprio apparato amministrativo-burocratico.“Vista le premesse molto positive e l’idea che tutto sia già cosa fatta, Le persone interessate hanno dato la disponibilità, rifiutando altri lavori. Altri ancora provenienti da Cagliari hanno affittato una casa a Sassari per poter accettare la proposta di lavoro, ma a tutt'oggi a distanza di quattro mesi non si è ancora concretizzato nulla” spiega la segretaria territoriale dell’FSI-USAE “Tutti sono pronti per iniziare a lavorare, la decisione sembra già presa e invece ad oggi sono passati quattro mesi e tutto tace. I lavoratori stanno vivendo una realtà terribile, rappresentata da attese infinite, contraddizioni, altalene di notizie”.
“È innegabile che il comparto amministrativo rappresenti l’anima in un’azienda pubblica che opera nella sanità, garantendo il perseguimento e il mantenimento dei LEA  e questo ritardo ed questo immobilismo eccessivo mal si conciliano con le esigenze dei pazienti; ancora una volta si dimostra una totale disinteresse nei confronti dei lavoratori precari e degli idonei nelle graduatorie che da anni attendono una chiamata”.Le chiamate risultano più che giustificate da una pianta organica di nuovissima istituzione che prevede di assorbire venti unità di personale amministrativo."


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo