Corpo Forestale, tre arresti a Buddusò per il furto di 5 quintali di sughero

Tre arresti e un sequestro di sughero estratto furtivamente per circa cinque quintali. Questo il risultato dell'operazione della Stazione forestale di Buddusò che, l’altra notte, con una sua pattuglia in agro di Buddusò ha intercettato e bloccato un furgoncino all’interno di una delle sugherete del territorio.

Il veicolo con le tre persone a bordo non è sfuggito al personale in pattugliamento che, da qualche tempo, anche su disposizione del Servizio ripartimentale del Corpo forestale di Sassari, ha intensificato le attività di polizia forestale a tutela dei boschi di sughera a seguito di diverse segnalazioni di furto. Il camion trasportava numerose plance di quercia da sughero per circa cinque quintali e gli attrezzi per la decortica. Il sughero e il veicolo sono stati sottoposti a sequestro. Sul posto, a rinforzo della pattuglia del Corpo forestale sono arrivati anche i Carabinieri di Buddusò. Data la flagranza del reato di furto aggravato e per impedire ulteriori conseguenze, gli agenti del Corpo Forestale, sentito il magistrato di turno, hanno immediatamente tratto in arresto i tre uomini, tutti residenti a Buddusò. Il giudice ha convalidato l’arresto e il sequestro del camioncino e del sughero che sarà restituito agli aventi diritto.

Il Corpo forestale e di vigilanza ambientale è costantemente impegnata, oltre che nel contrasto agli incendi, nelle azioni di prevenzione e repressione dei reati anche danno alle proprietà pubbliche, tra cui il fenomeno dei tagli abusivi delle piante nelle aree boscate e l’estrazione abusiva, con il conseguente furto di sughero.


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo