Al mare non si sgarra più. Ad Alghero controlli serrati per la sicurezza balneare

A partire dal 16 giugno la Guardia Costiera di Alghero, sotto il coordinamento del Direttore Marittimo del Nord Sardegna, Capitano di Vascello (CP) Maurizio TROGU, ha intensificato l’opera di monitoraggio delle coste di giurisdizione; particolare attenzione è stata dedicata ai controlli finalizzati alla verifica del rispetto delle norme per la tutela della sicurezza e della corretta fruizione del mare e del litorale da parte di bagnanti, diportisti ed operatori del settore.
Un migliaio i controlli finora effettuati in materia di ambiente, demanio, pesca, diporto e per assicurare il rispetto delle disciplina dettata dall’ordinanza di sicurezza balneare. Di questi oltre 150 hanno interessato le unità da diporto e circa 50 gli stabilimenti balneari e le attività lungo il litorale. Irrogate sanzioni amministrative per oltre 30.000 euro, di cui circa 1000 per violazioni in materia di demanio e quasi 11.000 per inosservanza dell’ordinanza di sicurezza balneare e della disciplina della nautica da diporto. Raccolte inoltre due notizie di reato per abusiva occupazione di spazio demaniale con contestuale sequestro delle attrezzature utilizzate.
Sempre costante l’attività di vigilanza e pattugliamento delle unità navali per assicurare un pronto intervento in caso di emergenza a mare.
L’attività di monitoraggio e controllo finalizzata alla salvaguardia della vita umana in mare ed a tutelare coloro che operano e fruiscono dei litorali nella legalità e nel rispetto delle regole continuerà con la medesima attenzione ed intensità fino al termine della stagione balneare.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo