Tempio. Dimenticanze in contabilità, la finanza incastra un'azienda che lavora nel settore estetico

Nell’ambito dei servizi istituzionali di prevenzione e di contrasto all’evasione fiscale, le Fiamme Gialle della Tenenza di Tempio Pausania hanno concluso un complesso controllo fiscale nei confronti di una cooperativa, operante nel settore estetico.
Grazie all’ausilio delle banche dati in uso al Corpo ed a mirati riscontri sul territorio, i militari hanno individuato la società oggetto del controllo, orientato alla verifica del corretto assolvimento degli obblighi delle disposizioni tributarie vigenti ai fini delle imposte dirette e dell’i.v.a..
L’attività ispettiva è stata particolarmente complessa, attesa l’inattendibilità delle scritture contabili: nello specifico, i verificatori hanno proceduto ad un’attenta ed accurata ricostruzione di quanto effettivamente guadagnato dal contribuente, attraverso il conteggio dei documenti fiscali emessi, senza però che gli stessi siano stati annotati in contabilità.
L’esito complessivo del controllo, che ha preso in esame le annualità di imposta dal 2012 al 2018, ha consentito di accertare ricavi non dichiarati per € 840.143,02 ed un’evasione i.v.a. superiore a € 180.000, oltre a ritenute non versate ammontanti ad € 40.811,67.
L’attività di servizio in argomento si inquadra in un più ampio e costante dispositivo di prevenzione posto in essere dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Sassari, a tutela della cittadinanza, della leale concorrenza e del libero mercato, a garanzia di tutti i soggetti economici virtuosi che giorno dopo giorno operano nella circoscrizione della Tenenza di Tempio Pausania nel pieno rispetto delle norme e della legalità.


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo