Tragica battuta di pesca a Castelsardo

di SSN
Nella mattinata odierna, la sala operativa della Guardia Costiera di Porto Torres è stata allertata sul numero di emergenza 1530 circa la presenza di un'imbarcazione semisommersa in località “Rasciada” nel comune di Castelsardo a circa 150 mt dalla costa.

La Guardia Costiera di Porto Torres dopo aver inviato in loco i militari dell’ufficio dipendente di Castelsardo e la motovedetta CP 810, unità specializzata in attività di soccorso, ha accertato la presenza della barca semiaffondata, trovando vicino alla costa, il corpo senza vita di un uomo. Contattati, prontamente, i sommozzatori dei Vigili del Fuoco, si è successivamente ispezionato il relitto, costatando la presenza di un altro corpo senza vita. Le vittime sono due medici: Pier Tonio Spanu, 70 anni e Giovanni Di Maria, 69 anni. 

Insieme andavano a pesca, in una zona della costa caratterizzata dalla presenza di secche e scogli affioranti. I due, che erano soliti svolgere attività di pesca notturna, erano partiti al tramonto dal porto di Castelsardo, dove la barca era usualmente ormeggiata. Dopo il recupero i corpi sono stati trasportati verso il porto di Castelsardo, dove per i primi accertamenti sono intervenuti il medico legale, i Carabinieri della stazione e i militari della Guardia Costiera, a disposizione della Magistrato di turno. L’imbarcazione è, invece, stata recuperata e rimorchiata sempre nel porto di Castelsardo, grazie all’intervento di un mezzo nautico del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco.
La Capitaneria di Porto ha avviato un’inchiesta per accertare le cause del sinistro marittimo.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo