Festival "Dall'altra parte del mare", sul palco Fancello Mieli e Canu

Saranno Giovanni Fancello, Paolo Mieli e Ivan Canu i protagonisti, ad Alghero, della nuova giornata del festival "Dall'altra parte del mare" che giovedì 22 agosto il festival si sposta nel piazzale “Lo Quarter”, che sarà la sede principale del festival.

Alle 21,00 verrà presentato, in anteprima, “Durkes, un viaggio nella storia dei dolci dall’antichità ai giorni nostri" il nuovo libro del critico e storico della gastronomia Giovanni Fancello. . Interverranno con l’autore: Sonia Borsato, Grazia Maria Scarpa, Vivi Pinna, Giorgio Demuru, Stefano Resmini e Francesco Pruneddu -Letture di Roberto Bilardi. L’evento è allestito in collaborazione con le Tenute Sella&Mosca. Giovanni Fancello, giornalista, scrittore, gastronomo. Collaboratore del quotidiano “La Nuova Sardegna”, curatore del blog “In coghina”, è Prefetto per la Sardegna per l’Accademia Italiana Gastronomia Storica AIGS e scrive su “Taccuini Storici”. È Ispettore per la guida nazionale “Espresso Ristoranti” e cura la rubrica “Appunti di Cucina” per la radio nazionale Fizzshow. Ha pubblicato, tra gli altri, Sabores de Mejlogu, Sardegna a Tavola, Pasta: storie ed avventure di un cibo tra Sardegna e Mediterraneo, Le Sagre della Sardegna tra il sacro ed il profano. È uno degli autori dell’antologia Giganti di pietra (Arkadia Editore).

Il libro: Durches. Un’autentica cavalcata nella storia dei dolci sardi. Un libro-bibbia in cui, oltre alla ricerca approfondita delle origini di ogni singolo dolce dell’isola, si ritrovano riferimenti ad antiche ricette, confronti con la gastronomia egizia, romana, sumera, araba, medioevale. Una ricostruzione appassionante che racconta ai lettori le origini degli ingredienti, le vicende di ogni singolo dolce, le tradizioni correlate, riprendendo i testi classici e le descrizioni comprese in svariate fonti. Insomma, un vero e proprio testo di riferimento per chiunque voglia indagare il vasto mondo dei dolci sardi, partendo proprio dalle sostanze dolcificanti utilizzate dai nostri antenati, studiando gli ingredienti salati che per secoli hanno contribuito alla produzione dolciaria, indagando sulle spezie e gli aromi, per giungere, infine, alla produzione isolana, fatta di storie e ricette che affondano la loro origine nel passato quasi mitico dell’isola.

Alle 22.00 sarà la volta di Paolo Mieli e Ivan Canu che converseranno con Anthony Muroni del loro nuovo libro: “La Storia del comunismo in 50 ritratti”. Un volume curato, da un maestro del giornalismo italiano e da un grande illustratore che fa conoscere la storia del comunismo attraverso i fatti e le vite dei suoi protagonisti, con illustrazioni inedite e originali.
Paolo Mieli: Giornalista e storico, negli anni Settanta allievo di Renzo De Felice e Rosario Romeo, è stato all’Espresso, poi alla Repubblica e alla Stampa, che ha diretto dal 1990 al 1992. Dal 1992 al 1997 e dal 2004 al 2009 è stato direttore del Corriere della Sera. Dal 2009 al 2016 è stato presidente di RCS Libri.

Ivan Canu: Nato a Alghero, dal 1996 lavora a Milano come illustratore (Salani, Feltrinelli, Principi & Princìpi, Pearson, De Agostini, The New York Times Book Review, Il Sole 24 Ore, La Repubblica, Capital, EL, Einaudi ragazzi, Rizzoli, Médecins sans Frontiéres) e scrittore (Gakken, Casterman, Salani, La Repubblica, Coccole Books, scrivo.me). Selezionato sui siti di American Illustration, Creative Quarterly, ha ricevuto il Communication Arts Award of Excellence. È stato art director della Fondazione Internazionale Balzan e della rivista Hystrio. Ha curato per l’AI-Associazione Illustratori il catalogo della mostra Favorisca, Carpi 2006 e gli Annual Illustratori italiani 2006, 2007 e 2008. Ha scritto la postfazione ad Amleto illustrato da Andrej Dugin, edito nel 2014 da Salani. Dal 2009 è direttore del Mimaster di Illustrazione di Milan



© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo