Stintino. Il cibo e la cucina sarda protagonisti a “L'isola in vetrina”

“L'Isola in vetrina” va in archivio con un buon successo di pubblico che nelle tre serate, dal 24 al 26 agosto, ha affollato la banchina del porto Mannu di Stintino. Il “villaggio gastronomico” allestito sul piazzale “Guardia costiera” ha catalizzato l'attenzione di tanti turisti che, in questo ultimo scorcio d'estate, hanno trovato nel borgo turistico la loro meta ideale.

A caratterizzare l'edizione 2018 è stato lo street food targato Sardegna, con ben 13 espositori, oltre 20 quelli presenti, che hanno offerto pietanze dai sapori unici. Carni arrostite allo spiedo, fritture di pesce, salumi, formaggi e dolci sardi dai delicati sapori sono stati tra i protagonisti indiscussi. A questi si sono aggiunti menù completi a base di carciofi quindi andarinos, pasta fresca, panadas, frittelle e seadas.

Ad accompagnare le portate birre artigianali, i vini e liquori artigianali. Tra i dolci tipici il torrone l'antico gelato di Sardegna, Sa Carapigna, lavorato direttamente sul posto. Grande successo quindi per gli street cocktail che hanno raccolto il favore dei giovani.

Tanti anche gli artigiani che hanno portato in piazza le loro lavorazioni: maschere in legno e monili, cassapanche, coltelli, coralli e gioielli. Non è mancato l'angolo dedicato ai lettori, alle famiglie con i libri sardi e per bambini.

L'edizione 2018 si è chiusa quindi con la soddisfazione dell'amministrazione comunale:«I turisti e i tanti visitatori della kermesse ci sono sembrati soddisfatti – ha detto l'assessora al Turismo Francesca Demontis – e questo ci fa piacere. Il cambio di location, dal porto Minori al piazzale del porto Mannu e largo Cala d'Oliva, si è rivelato vincente, in grado di garantire una buona accoglienza, sia agli espositori sia al pubblico.

«Inoltre – ha aggiunto – la scelta di puntare sullo street food ha convinto, soprattutto i tanti visitatori che sono venuti a Stintino e che hanno potuto degustare i prodotti e la cucina sarda rappresentata dalle tante aziende espositrici».

Da segnalare infine tra le curiosità, che hanno portato i turisti a una passeggiata sulla banchina e a scattare alcune fotografie ricordo, la presenza di alcune barche armate a vela latina arrivate in paese per partecipare alla 36esima regata della vela latina “trofeo Presidente della Repubblica”. Il pubblico ha potuto salutare l'equipaggio di Sa Rata, arrivata a Stintino direttamente dalla Catalogna dopo 44 ore di navigazione, e Santa Barbara che giovedì ha salpato l'ancora da Alghero alla vota del porto di Stintino.

La competizione, che si sarebbe dovuta svolgere in questi giorni, è stata posticipata al prossimo fine settimana a causa del forte vento di maestrale che ha soffiato sul campo di regata.

E se il tempo non ha regalato lo spettacolo delle vele latine sul mare, l'associazione AveLa, in collaborazione con il Comune di Stintino, la Pro loco e gli organizzatori della kermesse, “La Mirò new events” e “Event Sardinia”, ha predisposto una mostra fotografica digitale negli stand di Isola in vetrina per far vivere al pubblico le emozioni della vela. Un monitor ha riprodotto una serie di fotografie realizzate da Piero Ajello che hanno raccontato la vita tra le barche a vela latina, e non solo, fuori dal contesto di regata. Nelle foto tante imbarcazioni stintinesi immortalate nei porti del paese quindi scatti di vita marinara nei porti di Corsica e del golfo di Napoli.



© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo