Olbia. 33enne arrestato per violazione della sorveglianza, tentate lesioni e porto abusivo di armi

 (foto: Polizia di Stato)
(foto: Polizia di Stato)
Ieri sera personale gli agenti della Polizia di Olbia hanno arrestato per violazione degli obblighi inerenti alla sorveglianza speciale, per tentate lesioni personali e porto abusivo di armi, un 33enne di Olbia con precedenti di polizia.
Nel corso di un ordinario servizio di controllo del territorio, gli agenti della Volante, passando per Viale Aldo Moro, sono stati allertati da alcuni automobilisti, sulla circostanza che, nei pressi del Bar Rapsodia, vi era un litigio in atto. Immediatamente giunti sul posto, i poliziotti hanno notato due uomini intenti a litigare e sono subito intervenuti per separarli.
Gli immediati accertamenti hanno permesso di appurare che i due uomini si sono affrontati per questioni sentimentali ma uno di loro, già conosciuto alle forze di polizia, si era presentato armato di coltello ed inoltre è risultato essere sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale, con relative prescrizioni ed è stato arrestato. Questa mattina presso il Tribunale di Tempio Pausania, il giudice, in sede di udienza, ha convalidato l’arresto e disposto gli arresti domiciliari.


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  •  (foto: Polizia di Stato)