Sequestrati 20 chili di aragoste nel porto di Alghero

In due distinti momenti della mattinata odierna i militari della Guardia Costiera di Alghero, operanti sotto il coordinamento del Direttore Marittimo del Nord Sardegna C.V. (CP) Maurizio Trogu, hanno intercettato due pescatori che rientravano in porto detenendo a bordo delle proprie unità esemplari di aragosta, specie in regime di fermo biologico a partire dal 31 agosto. I militari hanno pertanto proceduto a sequestrare il pescato, complessivamente pari a circa 20 kg, gli attrezzi e ad irrogare sanzioni amministrative per un totale di 9.000 €. Uno dei pescatori, che deteneva a bordo esemplari sotto misura, è stato inoltre sanzionato con l’assegnazione di cinque punti sulla licenza di pesca. Gli esemplari di aragosta ancora vivi sono stati quindi rigettati in mare direttamente dal personale della Guardia Costiera mentre i restanti, giudicati idonei al consumo umano da parte della ASL di Sassari, sono stati donati in beneficienza. Tale attività rientra nell’ambito degli ordinari controlli finalizzati a contrastare il fenomeno della pesca illegale e l’immissione sul mercato di prodotti privi di tracciabilità e pertanto “non sicuri”.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo