Olbia. Nasse irregolari e pericolose per le imbarcazioni, sequestro della guardia costiera

Nella mattinata di ieri, gli uomini della Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di Olbia hanno recuperato e posto sotto sequestro 125 nasse rinvenute nella zona di mare antistante la foce del fiume Cedrino, nel comune di Orosei (NU), a circa 3 miglia dall’area in cui, nella giornata precedente, erano state rinvenute e sequestrate 41 nasse. Tali attrezzi da pesca risultavano irregolarmente segnalati e sprovvisti di qualsiasi etichetta identificativa che permettesse di risalire al proprietario, costituendo un notevole pericolo per la sicurezza della navigazione in una zona altamente frequentata dai diportisti.
Il personale a bordo della motovedetta CP 273 ha provveduto al recupero delle nasse, al rilascio in mare del pescato ancora vivo e al sequestro dei predetti attrezzi da pesca dandone immediata comunicazione alla competente Autorità giudiziaria. L'attività posta in essere si inquadra in una più ampia serie di ripetuti controlli ambientali, sulla filiera ittica e sulle attività turistico balneari quotidianamente posti in essere dal personale della Capitaneria di Porto di Olbia, sotto il coordinamento del Direttore Marittimo, Capitano di Vascello Maurizio TROGU.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo