Domani all'Università di Sassari la conferenza Città, migrazioni e cooperazione internazionale

Domani a partire dalle 16.00, l'aula magna dell'Università di Sassari in piazza Università ospiterà la conferenza "Città, migrazioni e cooperazione internazionale", nell'ambito della international Summer school "Dwelling in motion" organizzata dal Dipartimento di Architettura, Design e urbanistica dell'ateneo.

Conoscere le città di provenienza dei flussi migratori, i conflitti e le contraddizioni, le prospettive e gli obiettivi di sviluppo posti alla base della loro evoluzione apre uno sguardo differente sui processi delle migrazioni recenti in Europa e delle sue diaspore: in questo ambito di discussione si pone l’obiettivo formativo della scuola estiva internazionale. Queste città possono ancora offrire processi democratici e di empowerment per propri abitanti?

La conferenza mira ad approfondire il dibattito sulle modalità di coinvolgimento dei paesi di provenienza dei flussi migratori in progetti di cooperazione allo sviluppo utili a offrire opportunità di scelta ai territori e soprattutto alle persone.

L’Università di Sassari ha avviato da tempo in questa direzione progetti di cooperazione in diverse parti del mondo e attraverso il progetto “Generazione Mediterranea” mira a promuovere un’università inclusiva che apra nuove prospettive per la cooperazione internazionale in termini formativi e culturali.

Tra i relatori, interverranno Filippo Spanu, Assessore degli Affari generali, Personale e Riforma della Regione Sardegna; Luca Lantero, Direttore del Centro di Informazione sulla Mobilità e le Equivalenze Accademiche; Cleophas Adrien Fiona, Coordinatore del Tavolo interministeriale “Migrazione e Sviluppo”; Giovanni Lattanzi, Coordinamento delle Organizzazioni non governative per la Cooperazione Internazionale allo Sviluppo; Fakher Kharrat, Mahmoud Abdesselem dell' Università di Carthage, Tunisia.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo