Corallaro scomparso a sud di Capo Caccia

È proseguita ben oltre il tramonto di ieri e ripresa questa mattina, sotto il coordinamento del Direttore Marittimo del Nord Sardegna, C.V. (CP) Maurizio Trogu, l’attività di ricerca e recupero del pescatore subacqueo professionale, Dino Robotti,  immersosi nella mattinata di ieri nelle acque antistanti Alghero, a poco più di 3 miglia nautiche a sud del promontorio di Capo Caccia senza fare ritorno a casa. Alle operazioni di ricerca hanno preso parte mezzi navali ed un elicottero della Guardia Costiera decollato dalla base di Decimomannu, i sommozzatori dei Vigili del Fuoco, unitamente ad alcuni pescherecci appositamente dirottati in zona. L’attività di ricerca è stata condotta anche con l’ausilio di un ROV in dotazione ai Vigili del Fuoco imbarcato a bordo di una motovedetta della Guardia Costiera di Alghero. Questa mattina sono riprese le ricerche ma il corpo,  che si diceva fosse stato localizzato ieri notte sul fondale al largo di Capo Caccia, non è stato ancora recuperato

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo