Olbia. Guardia costiera ferma un turista che cercava di imbarcarsi con le "nacchere"

Ieri pomeriggio la Guardia Costiera di Olbia ha effettuato un nuovo sequestro di un esemplare della specie protetta “Pinna Nobilis”, più comunemente conosciuta come “nacchera”, in possesso di un turista in partenza dal porto di Olbia.
Gli addetti alla security del porto, durante i previsti controlli prima dell’imbarco, hanno immediatamente avvertito il personale della Capitaneria di Porto di Olbia che ha contestato al responsabile la detenzione del mollusco bivalve, procedendo al sequestro ed informando la competente Autorità Giudiziaria.
Il trasgressore ha dichiarato di aver prelevato l’esemplare dalle acque antistanti la località di Costa Dorata e di non essere a conoscenza del divieto di raccolta.
Si ricorda che la Pinna Nobilis è inserita tra le specie animali e vegetali di interesse comunitario che richiedono una protezione rigorosa e per le quali è vietata la raccolta; molti turisti e utenti balneari, inconsapevoli o meno del divieto, la raccolgono a fini collezionistici o come souvenir della loro vacanza al mare, andando incontro ad un reato penale ed a una elevata sanzione pecuniaria.



© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo