Sassari: 14enne accoltella il compagno della madre per difenderla

di SSN
Alle 4,40 del mattino di oggi la Polizia di Stato ha arrestato un 14enne per il tentato omicidio del convivente della madre. Da poco passata la mezzanotte, un uomo aveva richiesto l’intervento del 118, dopo esser stato colpito da alcuni fendenti inferti dal figlio della convivente. Attraverso la ricostruzione dei fatti si è verificato che l’uomo a seguito di una lite con la compagna, aveva frantumato la porta a vetri del bagno, per poi entrarci, dove la donna aveva cercato un rifugio. In questa situazione il ragazzo, nel tentativo di difendere la madre, dopo aver preso un coltello da cucina aveva colpito la vittima con un primo fendente indirizzato alla base del collo, quindi con un secondo fendente all’addome. Per poi darsi alla fuga.

Mentre il ferito veniva soccorso, il minore era stato visto in strada da un passante – nelle immediate vicinanze dell’abitazione e in evidente stato di agitazione. Una volante prontamente giunta sul posto, dopo aver svolto una preliminare ricognizione, lo ha trovato nascosto nel sottoscala del condominio. Personale di questa Squadra Mobile e del Gabinetto Provinciale di Polizia Scientifica effettuava i preliminari accertamenti volti a chiarire l’esatta dinamica dei fatti. Dopo aver attentamente valutato la gravità dell’evento, d’intesa con il Procuratore Capo presso il Tribunale per i Minorenni di Sassari, Elena Maria Grazia Pitzorno,  il minore  è stato tratto in arresto e accompagnato presso il locale C.P.A.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo