Ozieri, black out nelle sale operatorie
Sospesi gli interventi ortopedici

La vecchia ala dell'ospedale "Segni"
La vecchia ala dell'ospedale "Segni"
OZIERI. Questa mattina, poco dopo le 7.30, c'è stato un corto circuito nelle sale operatorie dell'ospedale di Ozieri. Il personale ha sentito un forte odore, poi ha visto un fumo denso. Immediato l'intervento della squadra dei vigili del fuoco del distaccamento locale. I dipendenti Asl hanno subito disattivato il quadro elettrico e subito è intervenuta la squadra locale dei vigili del fuoco. Non ci sono stati né feriti né intossicati, ma solo danni materiali. A metà mattina verso le 11 gli elettricisti sono ancora al lavoro per far sì che le sale operatorie siano di nuovo agibili e funzionanti.

Aggiornamento delle 18.30. La direzione del presidio ospedaliero comunica, in una nota stampa, che ha sospeso temporaneamente l’attività chirurgica programmata. Nel caso di interventi urgenti e che non possono essere rimandati, la direzione dell’ospedale, in accordo con il direttore del dipartimento chirurgico, ha stabilito che «sarà possibile garantire il loco (attraverso l’utilizzo della sala operatoria di Ostetricia e ginecologia) esclusivamente l’attività chirurgica del paziente il cui trasporto ad altra sede pone a serio rischio la vita stessa del paziente».
L’Azienda sanitaria, dopo aver eseguito le opportune e necessarie verifiche, si è impegnata a realizzare tutti i provvedimenti per il ripristino in tempi brevi della sala operatoria.

I danni. Un trasformatore elettrico, posizionato nel controsoffitto della sala chirurgica, è andato in cortocircuito e da alcuni fili bruciati è scaturito il tipico odore acre.

Nella serata di oggi – è ancora in corso –un tavolo operativo che vede impegnati la direzione aziendale della Asl di Sassari, la direzione del presidio ospedaliero di Ozieri, il Servizio prevenzione e protezione, l’Ufficio tecnico e il Servizio Acquisti. Il gruppo di lavoro dovrà valutare i provvedimenti da adottare per il ripristino dell’attività.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  • La vecchia ala dell'ospedale "Segni"