"Non investe più nessuno in città, Sassari è morta". L'opinione del consigliere Manuel Alivesi

Pubblichiamo una nota stampa del consigliere comunale di Sassari Manuel Alivesi, in merito alla situazione critica delle aziende locali che non chiudono e che fanno fatica a nascere:

"E’ con sorpresa che apprendiamo delle dichiarazioni del Primo Cittadino in merito al ”presidio costante ed alle tante iniziative per il rilancio”, ed alle da sempre annunciate, risorse pari ad € 15 mln investiti nell’accompagnamento alla nascita delle nuove imprese ….! Sorprendono perche desideriamo immediatamente conoscere queste annunciate “tante iniziative” in quanto, oggi a fine mandato, non ne abbiamo notizie. Sorprendono perche desideriamo sapere quale è l’origine dei citati € 15 mln e quale attinenza abbiano con l’eliminazione del degrado nella Città Antica e per la soluzione dei gravi danni arrecati al Centro Città. Siamo sorpresi perche non riusciamo a capire la ragione per la quale il Sindaco non abbia voluto tenere conto delle numerose proposte presentate da Forza Italia, per il tramite del sottoscritto, relativamente alla necessità di provvedere alla realizzazione di una adeguate illuminazione delle strade del Centro, di un valido e concreto impianto di video sorveglianza, ma soprattutto di un importante piano di programmazione e modifica del Piano Triennale delle Opere Pubbliche dove inserire il rifacimento dei basolati ed in ogni caso delle pavimentazioni dei vicoli letteralmente “dissestati”. Perche il Sindaco ha abbandonato il progetto della Zona Blu, in una prima fase annunciato come la vera “rivoluzione” del centro ? Ci chiediamo perche il primo cittadino non abbia voluto cogliere la proposta di Forza Italia volta a chiedere la modifica dell’ordinanza di costituzione della ZTL, al fine di riperimetrare i confini e soprattutto per un maggiore coinvolgimento di Residenti e Commercianti che, a nostro giudizio, si sarebbero dovuti coinvolgere da protagonisti. Queste sono le proposte concrete formulate fin dall’inizio di questo mandato elettorale, sempre cestinate e mai prese in considerazione. Qualsiasi cittadino può, purtroppo, verificare personalmente il degrado, l’incuria, l’abbandono ed anche, mi sia permesso, il menefreghismo dell’attuale amministrazione che, per il tramite delle dichiarazioni del Sindaco, oggi vengono sorprendentemente negati ! La realtà è che la Città Antica non è soggetta ad un efficace, costante e continuo presidio. Gli unici veri presidi del Centro Storico sono stati e continuano ad essere i parroci di San Nicola, Santa Apollinare, San Sisto, il Carmine e del Rosario; questi sono i veri, principali e storici attori del presidio della Sassari Antica. Al di la di questi soggetti che con la loro presenza costante contribuiscono non poco ad ammortizzare disagi e degrado, non esiste alcun tipo di freno e di controllo soprattutto nelle ore notturne dove i vicoli divengono impraticabili, con buona pace di residenti e di commercianti, che via via vengono scoraggiati ed incentivati ad abbandonare il Centro Storico. Insomma le continue “orecchie sorde” del Sindaco Sanna alle nostre proposte di lotta al degrado della “Zona Blu”, non hanno fatto altro che creare una spirale involutiva che oggi ha determinato la degenerazione della situazione che oggi è sotto gli occhi di tutti. "



© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo