E-commerce a Cagliari, la Finanza individua un evasore da oltre tre milioni

Nell’ambito dell’azione a tutela delle entrate e a contrasto dell’evasione fiscale, le Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Cagliari hanno concluso un intervento ispettivo nei confronti di una azienda dell’hinterland cagliaritano operante nel settore dell’e-commerce.
Le attività ispettive sono state avviate a seguito di una segnalazione elaborata a livello centrale dalle unità del Corpo specializzate nell’analisi delle transazioni economiche sul web.

Le Fiamme Gialle hanno portato alla luce una modalità di evasione particolare: l’azienda effettuava on line acquisti di diverse tipologie di prodotti, in particolare materiale informatico e telefonico (tablet, cellulari), per il quale riceveva apposita fattura da parte del venditore.

A sua volta, l’azienda controllata vendeva - con corredo di regolare documentazione fiscale – i prodotti ai propri clienti, operando un prezzo altamente concorrenziale,  possibile dal fatto che, a fronte della formale emissione di fattura e quindi di un operazione che in apparenza risultava formalmente regolare, la vendita, sostanzialmente, risultava in nero, perché non trovava annotazione nelle scritture contabili, peraltro non istituite.

L’attività di verifica ha comportato l’analisi di oltre 6.500 fatture di vendita, emesse dalla società verificata durante tre annualità nei confronti di acquirenti – tutti privati cittadini - dislocati sull’intero territorio nazionale.

Al termine delle operazioni, il contribuente, indicizzato come evasore totale avendo omesso di presentare le dovute dichiarazioni, è risultato avere sottratto al Fisco introiti per 3.552.279 euro con una conseguente evasione I.V.A. per 598.161 euro. Il titolare dell’attività, alla luce del superamento delle soglie normativamente previste, è stato segnalato all’Autorità Giudiziaria per il reato di omessa dichiarazione.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo