Il Premio Letterario Internazionale Città di Sassari non conosce confini

Il PLICS (Premio Letterario Internazionale Città di Sassari) alla sua undicesima edizione e si conferma come uno dei progetti più importanti e qualitativi del Festival Internazionale organizzato dal POP.
Il Premio Letterario che porta il nome della città quest’anno vedrà protagonisti ancora una volta tantissimi studenti che faranno da giudici, performer, artisti, affianco alla giuria tecnica specializzata.

Undici anni di poesia, di progetti culturali che partendo da Sassari hanno coinvolto decine di comuni sardi e nazionali, con centinaia di poeti protagonisti di una delle manifestazioni del settore più originali. Un archivio di oltre 4000 volumi, 12000 poesie e 600 racconti.
Giunto alla sua XI edizione si conferma come uno dei concorsi poetici più seguiti e importanti d’Italia.
La giuria ha decretato i finalisti delle 3 sezioni: Edito, Inedito poesia, Narrativa con un lavoro durato circa quattro mesi, necessari per valutare l’enorme mole di materiale pervenuta da tutta la Sardegna, da ogni regione d’Italia, da Svizzera, Francia, Scozia, Germania.

Tutte le opere finaliste di ciascuna sezione sono ancora in gara per lo speciale Premio Giuria Scuole, a prescindere dal giudizio dato dalla giuria tecnica. Quest’anno oltre 4000 studenti saranno coinvolti da metà settembre per decretare i vincitori di ciascuna sezione.

La Giuria di quest’anno, il cui giudizio è insindacabile e inappellabile, è composta da: Giuseppe Serpillo (ex docente di Letteratura Inglese, Università di Sassari, esperto di poesia irlandese e inglese moderna e contemporanea), Antonio Fiori (poeta/scrittore), Gianfranco Chironi (Scrittore), Elisabetta Pinna (Docente di Filosofia), Pascal Cordara (fabbricatore di sogni e francesista), Cele Fois (docente di materie letterarie), Antonello Sanna (docente di materie letterarie), Giovanni Nuscis (poeta/scrittore). Coordinamento: Leonardo Omar Onida.

Il progetto poetico di cui fa parte il PLICS, prevede dalla seconda edizione il coinvolgimento degli studenti di alcuni istituti superiori che, coordinati dai loro insegnanti, lavorano come “speciale giuria scuole” valutando in maniera autonoma le opere finaliste e decretando i loro vincitori per ciascuna sezione.
Ogni anno il lavoro appassionante dei ragazzi conferma l’importanza culturale e pedagogica di questo progetto poetico, tanto che per questo decennale gli studenti coinvolti sono oltre 4000 di 8 istituti della Sardegna.
Quest’anno la cerimonia di premiazione si terrà in due momenti distinti: il 21 ottobre, la mattina presso il teatro Civico la premiazione della giuria scuole con i soli studenti protagonisti.
La sera, dalle 20.30 la cerimonia di premiazione della giuria tecnica e a seguire la proiezione del film "Sembra mio figlio" di Costanza Qadriglio con Basir Ahang.

Questi i vincitori e segnalati nelle varie sezioni del premio:
Sez. A Edito – Premio “Angelo Mundula”
1° Premio: Evaristo Seghetta Andreoli ( Montegabbione – TR)- “Io fui con te” da “Paradigma di esse” – Ed. Passigli
2° Premio: Fabrizio Buratto (Milano) – “O Google” da “Parliamone” – Ed. Lieto Colle
Menzione d’Onore: Antonella Iaschi (Tricesimo – UD)-”Aquile minacciose” da “A prescindere…io resto comunista” –
Menzione d’Onore: Virgilio Atz (Belgioioso – PV)- “Prima” da “In-Frazioni di vita” – Ed. Leonida

Sez. B Inedito – Premio “Beppe Costa”
1° Premio: Giorgia Loi (Gonnesa – CA) – “Ballata di miniera”
2° Premio: Angelo Contini (Milano) – “Attese”
3° Premio: Luana Minato (Capoterra – CA) – “Questo amore di te”
Menzione d’Onore: Tiziana Palandrani (Sassari) – “Letras Flamencas”
Menzione d’Onore: Edoardo Penoncini (Ferrara) – “Orizzonti”

Sez. C Narrativa
1° Premio: Luigi Manca (Porto Torres – SS) – “Messis summa”
2° Premio: Isabella Gabusi (Montale – PT) – “Un uomo migliore”
Menzione d’Onore: Danilo Cannizzaro (Santa Croce Camerina) – “Il bello, il tondo, l’ossesso”



© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo