L'AiCS di Sassari ospiterà il Museo del Calcio Internazionale

L’AiCS di Sassari quest’anno ospiterà, nella sua sede in via Cedrino 3, un evento di portata nazionale, con un’unica tappa sarda, dal titolo “In viaggio con la storia del calcio”. Si tratta di una mostra itinerante del Museo del Calcio Internazionale, con quindici tappe in tutta Italia, voluta e promossa dalla Direzione nazionale di AICS, Associazione Italiana Cultura e Sport, tra i primi enti di promozione sportiva presente in tutta Italia con 140 comitati tra provinciali e regionali. In particolare l’AiCS presente nel territorio regionale da oltre trent’anni, con diverse migliaia di associati, opera nei settori culturali e sportivi locali promuovendo ed organizzando manifestazioni di carattere non agonistico con particolare attenzione alle fasce giovanili e a quelle con disabilità. Numerose sono le attività che ogni anno il Comitato Provinciale di Sassari promuove e patrocina attraverso le associazioni e i circoli sportivi affiliati al proprio Ente di promozione sportiva e sociale. «Promuovere lo sport oggi è più che mai promuovere l’educazione, il rispetto per sé e per gli altri, i valori della condivisione e della coesione sociale. E’, in due parole, fare cultura – così ha commentato il presidente di Aics, Bruno Molea presentando la Mostra in febbraio alla Camera dei Depuatati -. Se per fare cultura è necessario diffondere il sapere anche attraverso buone pratiche di socialità, fa al caso nostro il Museo del calcio internazionale. L’Esposizione nelle città italiane dove ha già fatto tappa nei mesi scorsi ha riscosso un notevole successo e grande partecipazione coinvolgendo migliaia di visitatori di tutte le fasce d’età, dai più piccoli agli adulti. La collezione è composta da più di 200 pezzi unici, dal pallone usato nella prima partita internazionale mai giocata (quella tra Scozia e Inghilterra del 1872), ai modelli di palloni e scarpini utilizzati nel primo Mondiale di calcio del 1930, alle maglie autentiche di campioni che hanno scritto la storia del calcio, da Pelé, Cruijff e Maradona, ai campioni di Italia ’82 e 2006, o ai più recenti Ronaldo, Neymar, Buffon, tutti cimeli che saranno a disposizione del pubblico, a Sassari appunto, dal 14 dicembre 2018 al 6 gennaio 2019. Anche la tappa sarda della Mostra conterà su una serie di eventi a corollario, dai laboratori didattici per bambini ai momenti pubblici dedicati allo sport come strumento di politiche sociali e che vedranno come testimonial campioni di oggi e del passato. Non mancheranno i momenti benefici, e campagne di sensibilizzazione che, legate alle varie tappe espositive, avranno il pregio di creare una rete solidale diffusa. La prestigiosa raccolta avrà il merito dunque di raccontare non solo la storia dello sport più seguito al mondo, ma anche quella del nostro Paese e i suoi costumi, e del ruolo del calcio nella storia d’Italia. Un evento imperdibile per tutti gli appassionati di questo sport meraviglioso che fa parte del quotidiano, almeno per molti di noi, a partire dalla semplice partita con gli amici, ai tornei delle squadre locali fino ad arrivare agli eventi sportivi trasmessi in tutto il mondo.



© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo