Sassari. La pentastellata Desirè Manca punta il dito sull'atteggiamento dittatoriale del sindaco

Riportiamo la nota stampa della consigliera sassarese pentastellata Desirè Manca, nella quale punta il dito sull'atteggiamento del sindaco e della maggioranza accusandoli di ostruzionismo:


A Sassari le regole non valgono. Sembra di vivere in un Far West dove la maggioranza a firma PD domina e le minoranze vengono relegate in un angolo. La pratica dell’ostruzionismo è ormai una fastidiosa costante: le richieste di accesso agli atti, puntualmente, restano inevase; le interrogazioni vengono regolarmente protocollate ma trovano spazio in discussione dopo mesi di attesa. In barba ai regolamenti. Accade a Sassari, ed è inaccettabile. Si cerca costantemente di ostacolare il lavoro di chi, per elezione, ricopre il ruolo di consigliere comunale. Lo scorso 10 settembre ho presentato una richiesta di accesso agli atti, la norma dice che la risposta doveva arrivare dopo cinque giorni ma ad oggi, oltre un mese dopo, non ho risposte. Scandaloso. Alla minoranza mancano gli strumenti. Non c’è modo di combattere questo atteggiamento, se non quello di urlare a gran voce il nostro disappunto. E’ assurdo che il Comune non faccia rispettare i regolamenti che governano il funzionamento del Consiglio”.



© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo