Sassari. Sabato ai giardini di via Tavolara l'Oktoberfest

Rimandata a causa del maltempo, la settima edizione dell'Oktoberfest si terrà sabato 13 ottobre, con previsioni favorevoli per una lunga giornata nel cuore della città. Uno degli appuntamenti ormai immancabili per dare il benvenuto all’autunno in festa, targato Eventi6, con il patrocinio del Comune di Sassari si rinnova anche quest’anno, nella cornice dei giardini pubblici di via Tavolara.
Gli ingredienti di questa edizione, che prenderà il via alle 12:30 e terminerà a tarda notte, sono sempre tanti e in grado di accontentare tutto il pubblico che ogni anno dimostra di apprezzare una formula collaudatissima a base di piatti tipici bavaresi, birra, animazione e giochi per bambini e famiglie e naturalmente tanta musica con gruppi che si susseguiranno sul palco insieme al dj set.
«Un’edizione speciale - dicono gli organizzatori dell’associazione Eventi6 - a pochi mesi dalla prematura scomparsa del nostro amico e componente dell’associazione, fino dalla sua fondazione, Daniele Pintus. Eravamo indecisi se organizzare anche quest’anno l’Oktoberfest. Poi la voglia di offrire alla città una bella giornata spensierata e divertente, anche nel suo ricordo e con il supporto di sua moglie Estela, ci è sembrato un bel modo per averlo nei nostri pensieri e in quelli di tutti i cittadini che negli anni ci hanno seguito e hanno conosciuto Daniele e il suo bar».
Tutti ai propri posti, quindi, con birra e cibi tipici (quest’anno con la partecipazione di alcuni food truck che amplieranno l’offerta gastronomica della manifestazione) che saranno accompagnati dalla musica con 5 gruppi: l’immancabile folk sassarese durante l’ora di pranzo, «perché la festa è tedesca, ma un po’ di sano folklore locale non guasta mai» continuano gli organizzatori. A seguire i giovanissimi Dear Mark e il loro repertorio di cover dei Dire Straits. Dopo le 18, l’atmosfera di scalderà con Alessandro Azara e il suo tributo a Rino Gaetano, mentre, al calar della sera, arriveranno gli SKAOSS con il loro travolgente ska e rock stady e The Rubik’s Tube, per un divertente salto negli anni '80.






© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo