Alghero. L'Amministrazione "Gestione ottimale dell'emergenza e grande lavoro"

Migliorano le condizioni meteorologiche sull'intero territorio di Alghero dopo l'eccezionale grandinata e il vento di burrasca che dalle prime ore della mattina di lunedì ha flagellato il territorio, non senza provocare danni e situazioni di grave pericolo in città come nell'agro, sul litorale e nelle periferie. Problemi e inconvenienti affrontati con immediatezza e grande spirito di servizio dalla macchina della Protezione civile comunale fin dalle prime ore della scorsa notte. Tempestività d'intervento, coordinazione delle operazioni e massima disponibilità e professionalità: è il risultato della gestione dell'emergenza che ha coinvolto tutti i settori dell'Amministrazione, gli agenti della Polizia locale in prima linea, i competenti servizi dell'Alghero in house, le squadre dei Barracelli e le associazioni di volontariato, col prezioso supporto della ditta che in città gestisce la pulizia delle strade. Proprio la grande quantità di rami, foglie e sabbia ha obbligato la Ciclat a turnazioni supplementari di spazzamento meccanizzato. Squadre di operai sono tutt'ora in servizio in molti quartieri urbani, con giardinieri impegnati nella messa in sicurezza dei numerosi alberi interessati dalla furia del vento. Colpite soprattutto le Phytolacca sul lungomare, particolarmente esposte, ma problemi si sono registrati lungo tutti i viali alberati e le strade di penetrazione agraria, dove in alcuni casi i tronchi hanno compromesso le linee telefoniche e dell'energia elettrica. Qualche inevitabile disagio, ma nessun problema particolare, si è registrato nell'ex Ostello di Fertilia, oggi residenza diffusa per gli anziani, ai cui ospiti sono stati garantiti tutti i servizi all'interno dei singoli plessi, stante l'impossibilità di uscire all'aria aperta e raggiungere le sale centrali. Inconvenienti a cui sono andate incontro tutte le famiglie non solo algheresi, costrette nelle proprie abitazioni a causa delle proibitive condizioni meteo. Confermata la richiesta alla Regione Sardegna del riconoscimento dello stato di calamità naturale, in riferimento all'eccezionale grandinata verificatasi di prima mattina (tra le ore 7 e le 8 di lunedì), causa di numerosi e ingenti danni in città e nelle campagne. La richiesta ufficiale è stata deliberata dalla Giunta comunale ieri e inoltrata all'attenzione dei competenti uffici regionali. In attesa che la Giunta regionale riconosca l'eccezionalità dell'evento, tutti gli imprenditori e cittadini che hanno subito danni possono autonomamente provvedere a conservare la documentazione fotografica del sinistro e un valido documento fiscale che attesti le spese eventualmente sostenute. Sarà cura del servizio Comunicazione del Comune fornire tutti i dettagli sull'avanzamento dell'iter, informando tempestivamente su modalità e tempistiche per la denuncia dei danni e mettendo a disposizione la modulistica per richiedere i rimborsi. "E' un bell'esempio di spirito di servizio e abnegazione al lavoro" ha sottolineato il sindaco di Alghero, Mario Bruno, nel ringraziare quanti con impegno e costanza si stanno adoperando per riportare nel più breve tempo possibile la situazione alla piena normalità.





© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo