Sassari. A La Corte la prima tappa del percorso di bilancio partecipativo

Si è svolta ieri a La Corte, nel salone parrocchiale, la prima tappa del percorso di Bilancio partecipativo che il Comune di Sassari e la Circoscrizione Unica della Nurra hanno avviato nelle borgate.

Il primo di una serie di incontri per rendere protagonisti cittadine e cittadini delle scelte pubbliche.

«Un procedimento innovativo – ha spiegato il sindaco Nicola Sanna in apertura – in un territorio che è in attesa di un riconoscimento dalla Regione».

La Circoscrizione Unica della Nurra, ha, infatti, chiesto di divenire Municipalità, al pari del territorio di Pirri.

«È una battaglia che il Comune di Sassari sta portando avanti – ha continuato il sindaco – e che, se vinta, vedrebbe destinata alla Nurra una quota del Bilancio Comunale. Il percorso di partecipazione avviato oggi può essere dunque un banco di prova, in attesa del riconoscimento».

L'investimento per il triennio 2019-2021 ammonta a 150 mila euro, 50 mila euro l'anno, destinati in gran parte a interventi di manutenzione straordinaria, alla realizzazione di nuove strutture, al rafforzamento della rete dei trasporti.

«Sarà la cittadinanza residente – ha concluso Nicola Sanna – a proporre i progetti, a discuterli in tavoli tematici e, successivamente, a votarli, con un pieno coinvolgimento, attivo e responsabile».

Il primo incontro informativo ha visto la partecipazione, oltre al sindaco Nicola Sanna e all'assessore al Bilancio Simone Campus, del dirigente del settore Bilancio Roberto Campus, del presidente della Circoscrizione Unica della Nurra Gino Correddu, di consigliere e consiglieri circoscrizionali, e di cittadine e cittadini residenti nelle borgate.

Il percorso di partecipazione, condotto da Stefano Sotgiu, proseguirà il 9 novembre a Campanedda, il 16 novembre a Baratz e il 23 novembre a Palmadula.





© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo