Bonifiche a Porto Torres, il sindaco Wheeler: "Preoccupati per le vicende societarie"

«Siamo preoccupati per quanto avvenuto all’azienda Astaldi e alla conseguente volontà di Eni di coordinare direttamente i lavori del progetto di bonifica Nuraghe. Eni e Syndial hanno comunque garantito la piena continuità dei lavori e delle forze occupazionali, ma vigileremo». Lo dichiara il sindaco di Porto Torres Sean Wheeler, all’indomani della decisione di Eni di voler coordinare direttamente i lavori di bonifica del progetto Nuraghe, nel polo industriale di Porto Torres. «Abbiamo seguito con attenzione i problemi finanziari che hanno coinvolto Astaldi Spa – spiega il sindaco Wheeler – e abbiamo saputo che Syndial ha assunto il coordinamento dei lavori. La nostra preoccupazione è indirizzata alle bonifiche e alle forze occupazionali, ma la stessa Syndial ci ha garantito che sarà rispettato il crono-programma e che saranno inoltre confermati i rapporti con le imprese dell’indotto, in modo da evitare anche ricadute occupazionali e salvaguardare gli attuali posti di lavoro. Vigileremo sull’iter e confidiamo nella responsabilità della Syndial e nella volontà di voler far proseguire i lavori di bonifica, già pesantemente in ritardo a causa della burocrazia, in modo spedito».

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo