Terzo anno di collaborazione tra il Liceo Musicale Azuni e l’ente lirico “Marialisa de Carolis”

Dalle aule di scuola al palcoscenico della stagione lirica. L’esperienza che stanno vivendo gli studenti del Liceo Musicale Azuni è di quelle che non si dimenticano. Nel quadro delle attività previste per l’alternanza scuola-lavoro, una selezione degli allievi delle classi comprese tra la seconda e la quinta ha fatto parte dell’orchestra che ha accompagnato nei giorni scorsi la rappresentazione dell’opera “La cambiale di matrimonio”, di Gioacchino Rossini. I giovani musicisti sono stati affiancati da alcuni docenti, nel loro ruolo di insegnanti ma anche di professori d’orchestra impegnati stabilmente nella stagione operistica organizzata dall’ente lirico “Marialisa de Carolis”. Si è trattato di un evento eccezionale, non soltanto perché è il primo del genere che è avvenuto in Sardegna ma anche perché in Italia c’è stato un solo precedente di collaborazione di questo tipo tra un ente lirico e un’istituzione scolastica a Venezia. Gli alunni dell’Azuni sono stati preparati all’importante appuntamento ed accompagnati sul palco dai docenti Gioele Lumbau (viola), Alessio Manca (violino), Davide Soddu (violino), Roberto Mura (corno) e Dante Casu (clarinetto). Il liceo musicale cittadino ha collaborato alla messa in scena dell’opera rossiniana anche con la realizzazione del libretto di sala, curata dalle allieve Giada Moschella, Anna Polo e Eleonora Spanu, iscritte al quarto anno, e Eleonora Pili, che frequenta la quinta, seguite in questa attività valida per l’alternanza scuola-lavoro dalla musicologa Paola Cossu. I musicisti dell’Azuni, invece, sono stati seguiti nel loro percorso di alternanza scuola-lavoro dalle docenti Francesca Deriu e Cristiana Sanna, referenti per tale attività rispettivamente del liceo e dell’ente lirico.

Il Liceo Musicale Azuni era già stato coinvolto nel 2016 nella produzione dell’opera “L’Arca di Noé”, di Britten, e nel 2017 in quella dell’opera “Brundibar”, di Krasa, entrambe però fuori cartellone e riservate ad un pubblico giovanile, alle quali alcuni alunni avevano partecipato come orchestrali e altri come collaboratori di palcoscenico. Fin dall’inizio della collaborazione con l’ente lirico “Marialisa de Carolis”, seguendo le precise direttive del dirigente scolastico Roberto Cesaraccio, l’obiettivo del Liceo Azuni è stato quello di partecipare ad attività di alternanza scuola-lavoro che possono orientare gli alunni nelle loro future scelte professionali. Proprio a questo scopo, a partire dal primo anno di collaborazione, gli allievi coinvolti con vari ruoli sono stati principalmente quelli delle classi terze e quarte dell’indirizzo musicale e coreutico, oltre ad alcune eccellenze di altre classi non ancora in obbligo di alternanza scuola-lavoro. È un esperimento che sta dando piena soddisfazione anche perché costituisce una passerella ideale tra mondo del lavoro e scuola e, soprattutto, rafforza il legame tra vecchie e nuove generazioni di musicisti, in un ideale passaggio di consegne per la continuità della cultura musicale nella quale la città di Sassari continua a distinguersi.



© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo