Affitti in nero, la finanza dice basta. Intelligence, controlli e sopralluoghi ovunque

La guardia di finanza ha dichiarato guerra agli affitti in nero. Le azioni sono mirate e ogni giorno vengono effettuate verifiche incrociate e sopralluoghi mirati.Nel mirino anche liberi cittadini che affittano senza contratto. L'esempio arriva da Sanluri. Nell’ambito dell’azione a tutela delle entrate a contrasto dell’evasione fiscale, le Fiamme Gialle di Sanluri hanno concluso un controllo nei confronti di un privato cittadino proprietario di un immobile sito in un comune della Marmilla, concesso in affitto per 5 anni.

L’input per l’attività di controllo scaturisce nell’ambito di una preliminare attività di intelligence delle diverse informazioni acquisite sul territorio e da una loro verifica effettuata attraverso il confronto con i dati censiti nelle banche dati in uso al Corpo. L’analisi dei diversi elementi acquisiti, completata da sopralluoghi eseguiti, ha permesso di appurare che l’immobile era fattivamente occupato da un soggetto che versava mensilmente, con regolarità, l’affitto al “padrone di casa”.

All’esito dell’attività ispettiva è emerso che il proprietario dell’immobile non aveva sottoscritto alcun contratto di locazione con l’inquilino – e quindi nemmeno pagato la dovuta imposta di registro, successivamente quantificata in 288 € - ed aveva altresì evitato di inserire nelle previste dichiarazioni dei redditi, i ricavi derivanti dai canoni di affitto percepiti per un importo complessivo di € 11.400. Dall’inizio dell’anno, l’attività delle Fiamme Gialle di Cagliari nello specifico comparto ha condotto alla scoperta di proventi sottratti al Fisco per un totale di € 1.826.318.



© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo