Alghero, città a misura di bambino
Inaugurata la 2ª linea di piedibus

Centro storico Alghero
Centro storico Alghero
ALGHERO. Una città ancora più a misura di bambino. Ieri, ad Alghero, infatti, è stata inaugurata "Asfodelo", la seconda linea di "piedibus" della città, dopo "Sacro Cuore".

La partenza è in Via degli Orti, angolo via Amsicora e dopo 8 fermate si arriva al capolinea all’entrata della scuola omonima.
La linea Asfodelo è stata la prima linea del Piedibus promossa dal I Circolo Didattico, che lo ha attivato sei anni fa e che da allora ha visto un incremento del 50 per cento di partecipanti.
In città ci sono 5 linee di Piedibus, dislocati nei punti più nevralgici della città, di cui due nel plesso Asfodelo, due nel Plesso Sacro Cuore, una nel plesso S.G.Lido, con oltre 120 partecipanti.

Il Piedibus è formato da una carovana di bambini che vanno a scuola in gruppo, accompagnati da due adulti, un "autista" davanti e un "controllore" che chiude la fila. Come un vero autobus di linea, parte da un capolinea e, seguendo un percorso stabilito, raccoglie passeggeri alle "fermate" predisposte lungo il cammino, rispettando l'orario prefissato, proprio come si trattasse di un autobus umano.
Il Piedibus viaggia col sole e con la pioggia e ciascuno indossa un gilet rifrangente.

La simpatica iniziativa arriva dal nord-europa, precisamente dalla Danimarca. Lo scopo di questa singolare impresa, oltre che educare i bambini al "codice della strada", è di ridurre l'inquinamento e il caos del traffico causato da tutte le autovetture che ogni giorno si fermano davanti alle scuole cittadine.
«Si auspica che il prossimo anno scolastico anche nelle altre scuole cittadine arrivi il "Piedibus" e che tutti i genitori che ne hanno la possibilità, contribuiscano alla riuscita di questo simpatico progetto» spiegano gli organizzatori.
Il successo dell'iniziativa è dato dalla sinergica collaborazione tra il I Circolo Didattico, che lo ha attivato, e l’Agenda 21 Locale e la Polizia Municipale che ha realizzato la cartellonistica, segno tangibile di una volontà comune di costruire la città a misura di bambino, finalizzata alla divulgazione dell’educazione alla cittadinanza.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  • Centro storico Alghero