Maltempo, è necessario usare prudenza

di SSN
A seguito dell'avviso di Condizioni meteorologiche avverse emanato ieri dalla Protezione civile regionale e valido da ieri sera, dalle ore 18, e per le successive trenta ore, l'assessora regionale con delega alla Protezione Civile, Donatella Spano, richiama la popolazione dei territori interessati dai fenomeni di maltempo alla prudenza e ad attenersi alle norme di comportamento specifiche. "Nelle prossime ore sono attesi episodi localizzati anche di forte intensità, e fenomeni che da Sud-Est interesseranno anche il Nord e la parte occidentale della Sardegna. Tutto il sistema di protezione civile regionale è allertato con le dovute procedure e sono continue le interlocuzioni con il sistema nazionale a cui fanno riferimento tutte le regioni in stato di Allerta. Non ci stanchiamo di ricordare a tutti - conclude Spano - di essere massimamente prudenti, di osservare le misure precauzionali e di consultare gli aggiornamenti costantemente pubblicati sul sito della Protezione civile."

Per quel che riguarda gli effetti al suolo - ovvero eventuali smottamenti, frane, allagamenti - è in vigore fino a tutta le giornata di domani l'avviso di criticità moderata (arancione) per rischio idrogeologico sulle zone di Gallura, Flumendosa-Flumineddu, Campiano ed Iglesiente. Nelle zone di Logudoro, Tirso, Montevecchio-Pischilappiu la criticità è invece ordinaria (gialla). Sempre criticità ordinaria (codice giallo), in tutta la Sardegna, per rischio idraulico.
 
In presenza di fenomeni temporaleschi è consigliabile restare nelle proprie abitazioni, se ti trovi in un locale seminterrato o al piano terra, salire ai piani superiori, limitare i trasferimenti in auto ai soli casi di urgenza, mantenersi informati sull’evoluzione dei fenomeni, sulle misure da adottare, sulle procedure da seguire indicate dalle strutture territoriali di protezione civile; altresì, è fatto divieto di attraversare torrenti in piena sia a piedi che con qualsiasi mezzo, di sostare in prossimità di ponti e argini di torrenti e/o fiumi e di attraversare sottopassi.


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo