Alghero. "80 frammenti di vita" raccontati nelle tele di Gerolamo Mannoni

Raccontare in immagini è il più bel viaggio che un artista possa regalare a i suoi estimatori.  E questo viaggio, se vissuto insieme, può regalare tempo spazi e ricordi che vivono in eterno su lembi di tela. La mostra antologica di Gerolamo Mannoni può essere letta, vissuta, ricordata. Perché alla Torre di San Giovanni ad Alghero, sono racchiusi in un muro di pietra circolare, memorie condivise della città vecchia. Luoghi storici, profili di costa, mareggiate e cieli tersi. Ma soprattutto persone, familiari che intessono la tradizione di Borutta, paese natio di Gerolamo, personaggi famosi della sua amata Alghero, quasi fotografata in tutte le sue angolazioni, scorci, luci. La mostra parte dalle origini, dagli anni 70 quando Gerolamo inizia a fare le sue prime mostre e arriva dopo 50 anni con l’ultimo suo lavoro, il tributo alla città di Alghero, con la raffigurazione del ramo di corallo. La Torre di San Giovanni come un libro, nel quale sfogliare pagine di storia, di antichi mestieri, di memorie comuni. E i colori cambiano, come cambia la sua tecnica; colori a olio con collage, poi la spatola. Ma nonostante le tecniche diverse, un filo conduttore attraversa il tempo e unisce la prima opera con l’ultima: la narrazione poetica. Tutti i quadri di Gerolamo Mannoni sono filtrati da un gregoriano bisogno di compostezza e ordine pittorico. Ogni luogo ha una storia da raccontare cosi ogni personaggio, ed è proprio l’artista a farsi portavoce di queste storie, come un cicerone che illustra le origini di un luogo e ne esalta le sue peculiarità.  Un guida senza tempo ne dimora che viaggia nel passato per restituire ai posteri il più bel volto di Alghero. In questa mostra c’è un racconto sommerso, che forse l’artista non potrà svelare. Ma chi lo conosce, potrà ben dire, che questa antologica, è un regalo per tutti gli algheresi che mai dimenticheranno il Gregoriano dagli occhi di perla.

La mostra resterà aperta sino al 12 novembre, visitabile nel pomeriggio dalle 18 alle 21 00




A.Mura
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo